Sfilate Primavera/Estate 2023
15 Giugno 2022
11:29

Vetements, torna a sfilare l’abbigliamento non binario: ma perché i modelli corrono in passerella?

Vetements ha presentato la collezione Primavera/Estate 2023 della sua sotto-etichetta VTMNTS, lasciando spazio a un abbigliamento genderless e non binario. In quanti hanno notato che i modelli “correvano” in passerella? La cosa non è stata assolutamente casuale.
A cura di Valeria Paglionico
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Sfilate Primavera/Estate 2023

Vetements, il marchio di moda fondato da Demna Gvasalia e da suo fratello Guram nel 2014, è finito al centro dell'attenzione dei media nelle ultime ore. A poche ore dalla chiusura della London Fashion Week ha presentato la collezione Primavera/Estate 2023 di VTMNTS, la sotto-etichetta che intende ridefinire il lusso tradizionale per la nuova generazione Z. Abbigliamento non binario, maschile e femminile che si fondono, modelli e modelle che sfilano fianco a fianco in passerella: la linea è un inno alla contemporaneità e all'uguaglianza di genere. La cosa che però in molti si sono chiesti è: per quale motivo i modelli correvano sul catwalk? Dietro la scelta messa in atto dallo stilista c'è un obiettivo molto particolare.

La collezione Primavera/Estate 2023 di VTMNTS

Con VTMNTS i fratelli Gvasalia vogliono riscrivere le regole della moda di lusso, adeguandole alle nuove generazioni che sostengono sempre di più l'uguaglianza di genere. È proprio per questo che la collezione P/E 2023 è all'insegna dell'abbigliamento non binario: bomber crop, spalline imbottite, cuissardes, giacche doble oversize e mini shorts, ogni capo presentato è sia per uomini che per donne. Il brand si è così ribellato alla moda tradizionale che ci "spoglia" dalla nostra personalità, dando vita a un'estetica stravagante ma allo stesso tempo statuaria. L'umanità non è una produzione di massa e anche la moda deve adeguarsi: è per questo che VTMNTS ha presentato un'ampia gamma di forme e volti, eliminando la distinzione maschile-femminile.

VTMNTS collezione P/E 2023
VTMNTS collezione P/E 2023

L'ironia del web sui modelli "che corrono"

A poche ore dall'inizio dello show di Parigi, sulla pagina social ufficiale di Vetements è comparso un video di una vecchia sfilata con sotto la didascalia: "Quanto velocemente sfileranno i modelli?". Nonostante la piccola anticipazione, in molti sono rimasti sorpresi nel vedere i modelli muoversi a passo molto sostenuto in passerella. La cosa ha scatenato l'ironia degli utenti del web, che si sono divertiti a commentare la "corsa" dei top model con i paragoni e i meme più svariati ed esilaranti. La cosa che in pochi sanno è che non si tratta di un caso o di un semplice espediente per attirare l'attenzione dei media, quanto piuttosto di una precisa indicazione dei Gvasalia.

VTMNTS collezione P/E 2023
VTMNTS collezione P/E 2023

Perché i modelli di Vetements corrono in passerella?

Perché i modelli di Vetements hanno sfilato correndo? La scelta nasconde un significato simbolico ben preciso: è un riferimento al concetto di fast fashion e alla incredibile velocità con cui i capi e i trend contemporanei passano, diventando in pochissimi mesi superati e obsoleti. Per conquistare le nuove generazioni la moda di lusso deve quindi provare "correre più veloce" della fast fashion. Gvasalia ha inoltre giocato con il termine "runway", ovvero "passerella", scomponendolo in "run-way" e interpretandolo letteralmente con dei modelli che corrono sul catwalk. Come se non bastasse, essendo una collezione dedicata alla gen Z, la permanenza in passerella di ogni modello è stata adeguata alla durata di un video di TikTok, come se quello fosse massimo soglia di attenzione dei giovanissimi.

170 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni