video suggerito
video suggerito
Tendenze beauty Primavera/Estate 2024

Come proteggere i capelli dal sole e dal mare: 7 consigli per prendersene cura

D’estate è essenziale una buona hair routine per proteggere i capelli dai danni di sole e mare. Si consiglia l’uso di spray protettivi, impacchi, oli.
A cura di Giusy Dente
51 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Sole, raggi UV, cloro, salsedine, acqua del mare, sabbia: questi fattori possono danneggiare la cure e la chioma, rendendo i capelli secchi, sfibrati, crespi, fragili. Una buona gestione della hair routine, soprattutto d'estate, è essenziale per correre ai ripari in tempo e prevenire questi danni. Basta seguire poche semplici accortezze, come coprirsi con cappelli o foulard, e usare i prodotti giusti, come oli idratanti, impacchi ristrutturanti, maschere districanti e spray protettori per non subire i danni dei raggi UV.

Perché bisogna proteggere i capelli dal sole e dal mare

Il mare e i raggi solari danneggiano sia le punte che i bulbi, situati nella parte più profonda del follicolo. I bulbi svolgono un ruolo essenziale nello sviluppo del capello, nella sua crescita. Esposti massicciamente al sole, invece, perdono di forza: il capello perde vitalità, si indebolisce e tende a cadere facilmente. I danni riguardano anche il fusto, quindi la parte visibile: senza un'adeguata protezione solare le squame di rivestimento del fusto si sollevano, rendendo i capelli secchi e crespi.

1. Proteggi la testa: non dimenticare cappelli e foulard

Non sono solo le lunghezze, a patire gli effetti dei raggi UV. Bisogna adeguatamente proteggere anche la cute e il cuoio capelluto, che possono subire i danni diretti del sole. Gli accessori giusti sono il foulard e il cappello. Oltre a essere funzionali, sono anche trendy, due must have da mettere anche nella valigia delle vacanze, perché versatili, capaci di dare il giusto tocco di originalità e colore a ogni outfit, sia quello balneare che quello per la città. Attualmente il cappello preferito dalle celebrity è quello da cowgirl, tendenza lanciata da Beyoncé che non conosce crisi.

2. Applica un olio protettivo: olio di cocco o olio di argan, quale scegliere?

I due oli che apportano i maggiori benefici ai capelli sono quello di cocco e quello di argan, due ingredienti preziosi. Il primo è un toccasana per la salute dei capelli: li nutre, li idrata, li ripara, aiuta a districare i nodi, combatte l'effetto crespo, previene le doppie punte e dona una chioma morbida e luminosa. Il secondo è particolarmente indicato per le problematiche del cuoio capelluto, come forfora, infiammazioni e secchezza. Gli oli si possono usare in modi diversi: come impacco pre-shampo emolliente, come maschera ristrutturante unito a miele e yogurt per un prodotto naturale e fai da te, come trattamento anti crespo a capelli umidi, con effetto lucidante se applicato solo sulle punte a chioma asciutta.

3. Risciacqua i capelli dopo il bagno per rimuovere la salsedine

Dopo ogni bagno in mare o in piscina è consigliabile fare subito una doccia e utilizzare un prodotto idratante, per nutrire la pelle ed evitare che si secchi eccessivamente. Vanno incontro a secchezza anche i capelli: il sale e la sabbia li indeboliscono, li sfibrano. Ecco perché, soprattutto in caso di capelli fragili, è buona abitudine rimuovere subito sabbia e salsedine con acqua dolce appena possibile, anche senza shampoo.

4. Usa uno shampo doposole e utilizza acqua fredda dopo l'ultimo risciacquo

Per lo shampo è meglio utilizzare un prodotto specifico doposole. L'ultimo risciacquo sarebbe bene farlo con acqua fredda. Quest'ultima ha un effetto positivo sui capelli. Mentre la temperatura calda aiuta a sciogliere e rimuovere meglio lo sporco, la temperatura bassa a fine lavaggio serve a contrastare l'effetto crespo, a sigillare le cuticole, a stimolare la circolazione e avere dei capelli luminosi e dall'aspetto sano.

5. Asciuga i capelli al sole e limita l'utilizzo del phon

Il phon è particolarmente aggressivo: alla lunga può sfibrare e indebolire il capello, perché ne danneggia la struttura oltre a provocare arrossamenti e irritazioni se la temperatura è particolarmente elevata. L'asciugatura al naturale è più leggera e adatta a ogni tipo di capello, dal liscio al mosso al riccio.

6. Cura i capelli prima di andare in spiaggia con uno spray per difenderli dai raggi UV

Sia il phon che il sole, a causa delle temperature elevate, possono comunque danneggiare leggermente la chioma. Per questo è bene applicare un prodotto protettivo prima, unito a un buon districante per agire sui nodi. In caso di capelli colorati, invece, può fare bene un prodotto protettore del colore, per evitare che i raggi solari modifichino i riflessi.

7. Idrata e nutri i capelli dopo il mare con impacchi e maschere

La parola chiave d'estate, sia per la pelle che per i capelli, è: idratazione. È essenziale nutrire in profondità i capelli con impacchi e maschere. Questi prodotti andrebbero applicati una volta a settimana circa, ma ci sono anche quelli con tempo di posa più lungo (tutta la notte), per capelli particolarmente danneggiati. Gli ingredienti più preziosi sono l'olio di cocco, l'olio di argan, l'aloe vera. Servono a ristrutturare il capello, a rinforzarlo. Sono essenziali soprattutto su capelli sfibrati e secchi, quelli che più di tutti necessitano di un boost di idratazione. Si può procedere anche con la realizzazione di un prodotto casalingo, fai da te, a base di miele, yogurt, olio di oliva o altri oli vegetali, miele, banana, a seconda della tipologia di capello e di ciò di cui ha più bisogno. Sia in caso di un impacco fai da te che di uno commerciale, gli ingredienti agiscono penetrando nel fusto del capello donando lucentezza, volume e forza.

51 CONDIVISIONI
46 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views