Benedetta Pilato si ripete ancora e stabilisce un nuovo record italiano di nuoto in vasca corta nella seconda giornata degli International Swimming League di Budapests. La quindicenne tarantina ha mandato in frantumi il record italiano dei 100 rana di Martina Carraro che aveva nuotato in 1'04″11 il 24 novembre 2019 a Londra. Benedetta Pilato ha nuotando in 1’03”67 (30”12) dietro l’olimpionica e iridata Lilly King, che tocca in 1’03”16. Il suo primato personale, prima di questo incredibile traguardo, era fermo a 1'05″40 che risaliva al 9 novembre 2019, registrato al trofeo Nico Sapio di Genova.

Una grande soddisfazione per la 15enne tarantina, tesserata per il CC Aniene che nella prima giornata, alla Duna Arena di Budapest, aveva anche stabilito il nuovo record italiano nei 50 rana: 28"97. Benedetta Pilato era così riuscita a battere il precedente record, che già le apparteneva, con 29″32 fissato a Glasgow il 4 dicembre 2019 in occasione della medaglia d’oro vinta agli Europei diventando la prima donna italiana ad infrangere il muro dei 29 secondi.

Benedetta Pilato: a Budapest stabilisce l'ennesimo record italiano

Se non fosse stato per la presenza di Lilly King (vice campionessa mondiale nel 2016 della distanza) che anche venerdì l'aveva preceduta nei 50 rana, quella di Benedetta Pilato sarebbe stata la giornata perfetta. Ma va più che bene per la giovane tarantina che gareggia con il club francese dell'Energy Standard.

Oltre al record personale e la soddisfazione di essere, ad oggi, la prima donna italiana ad infrangere il muro dei 29 secondi, Bendetta Pilato può adesso gioire anche per aver infranto il record italiano dei 100 rana. Una soddisfazione grande anche per il suo allenatore, Vito D’Onghia, che non può che essere felice per l'ennesimo traguardo importante raggiunto da Benedetta.