L'emergenza sanitaria dettata dalla diffusione mondiale del Coronavirus (qui gli aggiornamenti in tempo reale con le ultime notizie dall'Italia e dall'estero), continua a tenere in apprensione tutti quanti. Non fanno eccezione i campioni dello sport che proseguono a fare appelli sui social network per sensibilizzare la gente ad agire con prudenza restando il più possibile nelle proprie abitazioni. Molti i piloti della Formula 1 che, costretti ai box senza ancora nessuna certezza sul se, quando e dove si partirà con la nuova stagione (oggi rinviato anche il GP dell'Azerbaijan che si sarebbe dovuto disputare a Baku il 7 giugno), che in questo delicato momento lanciano messaggi positivi ai propri tifosi. Tra questi ovviamente il pilota della Mercedes Lewis Hamilton che ha mostrato ancora una volta la sua sfaccettatura più impegnata.

Coronavirus, Lewis Hamilton su Instagram attacca: "Chi non resta a casa è egoista e irresponsabile"

Anche questa volta, infatti, il campione del mondo in carica ha palesato la sua opinione apertamente, senza giri di parole, come aveva fatto in occasione della conferenza stampa di Melbourne quando aveva accusato la Formula 1 di rispondere soltanto agli interessi del "Dio denaro". Questa volta nel mirino del 35enne di Stevenage, che solo qualche giorno fa aveva smentito le voci di un suo possibile contagio, sono finiti coloro che escono in modo "irresponsabile ed egoista" da casa quando invece sarebbe meglio per tutti che, per evitare l'acuirsi dell'emergenza sanitaria legata alla pandemia di CoVid-19, tutti restassero dentro le proprie abitazioni. Il sei volte iridato di F1, tramite il suo account ufficiale su Instagram, ha infatti scritto un messaggio molto forte per spiegare al mondo la gravità della situazione che stiamo vivendo in questi giorni, che non deve essere in alcun modo sottovalutata per salvaguardare la salute di se stessi e soprattutto di chi ci sta attorno.

L'inglese della Mercedes: "Medici e infermieri sono i veri eroi"

"Sono molto rattristato dal numero di morti che stanno avvenendo in tutto il mondo – ha esordito Lewis Hamilton -. So che la maggior parte di noi ha una conoscenza limitata del perché e di come è successo. Non possiamo fare altro che isolarci, cercare di non infettarci e quindi evitare di diffonderlo. Ci sono persone che vanno ancora nei club e nei bar e ci sono grandi riunioni, che personalmente trovo come qualcosa di totalmente irresponsabile ed egoista – ha ammonito il driver inglese della Mercedes – Prego ogni giorno per la sicurezza delle mie famiglie, ma prego anche per voi. Prego per coloro che lavorano nei negozi, nelle consegne, per i medici e gli infermieri che mettono a rischio la loro salute per aiutare altre persone e far funzionare i Paesi. Questi sono gli eroi . Per favore, stai al sicuro – ha esortato prima di concludere – Se puoi, prova a usare questo tempo per riflettere sulla vita e sulla situazione, su come puoi cambiare le cose in meglio per andare avanti. Speriamo che con questo le persone comprendano ancora di più che la salute non ha prezzo, quanto è importante il modo in cui tratti il ​​tuo corpo, ciò che lo nutre e anche l'igiene. Diamo la vita troppo per scontata".