292 CONDIVISIONI
17 Dicembre 2021
15:57

La FIA svolta verso il Medio Oriente dopo Todt: Mohammed Bin Sulayem è il nuovo presidente

Lo sceicco di Dubai Mohammed Ben Sulayem è stato eletto come nuovo presidente della Federazione Internazionale dell’Automobile. Il 60enne leggenda del rally mediorientale succede a Jean Todt diventando così il primo non europeo a guidare l’organo di governo mondiale dell’automobilismo.
A cura di Michele Mazzeo
292 CONDIVISIONI

Svolta storica per la Federazione Internazionale dell'Automobile: il nuovo presidente della FIA è Mohammed Ben Sulayem. Il 60enne sceicco di Dubai e leggenda del rally mediorientale è stato eletto con il 61,62% dei voti e ha battuto l'avversario Stoker divenendo così il primo presidente non europeo dell'organo di governo dell'automobilismo a livello mondiale. L'emiratino succede a Jean Todt che dopo 12 anni ha dovuto lasciare la presidenza per il limite di mandati massimi raggiunto (già per il terzo mandato era stata fatta una deroga al regolamento).

Ed è stato proprio il suo predecessore il primo a complimentarsi con il nuovo presidente: "Si  è chiuso un capitolo e possiamo essere collettivamente soddisfatti dei risultati ottenuti nel motorsport e sulla mobilità sicura e sostenibile, negli ultimi 12 anni – ha detto infatti Todt nel suo discorso di congedo –. Vorrei ringraziare calorosamente la mia squadra, l'amministrazione e tutti i club membri della FIA per il loro impegno incondizionato, per il loro entusiasmo e la loro resilienza. Complimenti a Mohammed per l'elezione alla presidenza e auguri a lui, alla sua squadra, alla Federazione per i migliori successi negli anni a venire".

Come anticipato da Jean Todt infatti Mohammed Ben Sulayem ha già scelto la squadra che lo supporterà nella sua azione di Governo alla FIA: il neo presidente ha difatti nominato vice presidente FIA per lo Sport Robert Reid e vice presidente FIA per la Mobilità Tim Shearman. Carmelo Sanz de Barros è invece il nuovo presidente del Senato federale.

"Sono onorato di essere stato eletto presidente FIA alla conclusione dell'Assemblea Generale annuale a Parigi – ha detto Mohammed Ben Sulayem dopo esser stato eletto –. Ringrazio tutti i club membri per la loro fiducia e stima. Complimenti a Graham per la sua campagna e per il coinvolgimento nella Federazione. Vorrei esprimere la mia gratitudine infinita, a nome della FIA e dei suoi membri, a Jean Todt per tutto ciò che è stato ottenuto negli ultimi 12 anni. Mi impegno a portare avanti l'importante lavoro e far compiere ulteriori passi in avanti al motorsport e alla mobilità" ha quindi concluso il nuovo presidente nel cui programma i punti principali riguardano l'ulteriore espansione a livello globale delle competizioni automobilistiche (proseguendo quindi per esempio il lavoro svolto da Liberty Media con la Formula 1) e mettere ancor di più la FIA come capofila per quanto concerne la mobilità sostenibile.

292 CONDIVISIONI
Quanti milioni ha perso la Serie A dopo aver svenduto i diritti TV in Medio Oriente
Quanti milioni ha perso la Serie A dopo aver svenduto i diritti TV in Medio Oriente
Improvvisa modifica al programma del prossimo GP di Formula 1: cambia il format a Mondiale in corso
Improvvisa modifica al programma del prossimo GP di Formula 1: cambia il format a Mondiale in corso
Terremoto nel Chelsea dopo la cessione di Lukaku: il nuovo presidente farà il direttore sportivo
Terremoto nel Chelsea dopo la cessione di Lukaku: il nuovo presidente farà il direttore sportivo
Classifica piloti
Classifica costruttori
Pos.
Pilota
Team
Punti
1
M. Verstappen Red Bull
Red Bull
181
2
S. Pérez Red Bull
Red Bull
147
3
C. Leclerc Ferrari
Ferrari
138
4
C. Sainz Ferrari
Ferrari
127
5
G. Russell Mercedes
Mercedes
111
Pos.
Team
Punti
1
Red Bull
328
2
Ferrari
265
3
Mercedes
204
4
McLaren
73
5
Alpine
67
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni