Problemi per il pilota della Racing Point Sergio Perez alla vigilia del GP di Gran Bretagna, quarta prova del Mondiale 2020 di Formula 1. Il messicano arrivato a Silverstone si è sottoposto al tampone per rilevare il Covid-19 che ha dato esito "incerto" costringendolo a sottoporsi nuovamente al test anti-coronavirus in attesa del risultato del quale il messicano non si è presentato alla tradizionale conferenza stampa riservata ai piloti del giovedì e si è messo in auto-isolamento.

Si tratta dunque del primo caso simile avvenuto nel Circus in queste prime gare della stagione cominciata in ritardo e in formato ridotto proprio a causa dell'emergenza sanitaria globale legata alla pandemia di coronavirus. Nei test obbligatori (a cui tutti coloro fanno parte del paddock si devono sottoporre ogni 5 giorni) fatti finora dall'inizio del campionato Mondiale dopo il lockdown infatti sono stati effettuati 15.000 tamponi con due soli casi positivi (ma si trattava di tenici e non di piloti), ma mai, prima d'ora, il tampone aveva dato esito "incerto". Qualora dovesse risultare positivo Sergio Pérez dunque non potrà correre nel GP di Gran Bretagna in programma nel prossimo week end, la Racing Point a quel punto potrebbe sostituirlo con una delle riserve Mercedes (che fornisce il motore al team britannico), come da accordi fra le squadre.

In questo caso i nomi più papabili sarebbero quelli di Stoffel Vandoorne ed Esteban Gutiérrez, entrambi con esperienza in Formula 1. Il secondo sarebbe però il favorito a prendere il posto di Sergio Perez sulla Racing Point al fianco di Lance Stroll in quanto il belga non è presente al momento a Silverstone perché impegnato ad allenarsi in vista dell'ultimo round di Formula E (6 gare a distanza ravvicinata per concludere la stagione interrotta a causa della pandemia) che si terrà a Berlino tra una settimana.