26 Maggio 2022
14:41

C’è un grande gesto che Leclerc ha copiato da Schumacher: “Binotto mi ha spiegato alcune cose”

Dopo l’improvviso ritiro a Barcellona il pilota della Ferrari arrivato al box ha avuto la stessa reazione che 16 anni prima aveva avuto Michael Schumacher a Suzuka dopo un episodio identico. Dietro a ciò sembra esserci lo zampino di Mattia Binotto.
A cura di Michele Mazzeo

Alzi la mano chi vedendo Charles Leclerc rincuorare i suoi meccanici al box dopo l'improvviso ritiro dal GP di Spagna per problemi al motore della sua F1-75 mentre era saldamente in testa alla corsa non ha pensato al gesto compiuto dal suo illustre predecessore alla Ferrari Michael Schumacher a Suzuka nel 2006.

In quel caso infatti il Kaiser, vittima della stessa sorte toccata al monegasco a Barcellona la scorsa settimana (con in più che quel guasto al motore azzerò le possibilità del leggendario tedesco di conquistare quello che sarebbe stato il suo ottavo titolo iridato), arrivato nel box ha consolato ogni singolo ingegnere e meccanico del Cavallino. E così, a sedici anni di distanza, ha fatto il 24enne di Monte-Carlo che, dopo l'amaro sfogo immediato in radio, tornato nel garage della rossa, anziché lasciarsi abbattere dalla delusione per una vittoria quasi certa sfumata improvvisamente si è subito preoccupato di alzare l'umore dei "suoi" uomini.

Un gesto che ha di fatto aumentato la sua leadership all'interno della scuderia Ferrari con gli uomini che ogni giorno lavorano al suo fianco che di certo ora daranno ancora di più per aiutarlo a conquistare quel titolo di campione del mondo a cui lui e l'intero popolo del Cavallino ambiscono. Inevitabile pensare che per fare ciò Charles Leclerc abbia preso esempio dal leggendario Michael Schumacher, ossia il pilota che più di tutti ha vinto con la rossa e che più di ogni altro ha impattato sugli uomini che lavorano a Maranello.

Il monegasco sembra dunque aver studiato ogni particolare del sette volte campione del mondo soprattutto per quello che è stato in grado di fare fuori dalla pista (che gli è servito per costruire i successi in pista). E il merito di ciò sembra essere dell'attuale team principal Mattia Binotto che ha vissuto in prima persona gli anni di Michael Schumacher alla Ferrari.

A rivelarlo è stato lo stesso Charles Leclerc in un'intervista rilasciata a L'Equipe alla vigilia del GP di Monaco di Formula 1 2022 : "Questo inverno Mattia (Binotto, ndr) mi ha spiegato alcune cose su Michael Schumacher – ha difatti svelato il monegasco della Ferrari –, su come ha influenzato la squadra e su come ha spinto tutti per migliorare la professionalità. Si sente ancora il segno che ha lasciato sulla Ferrari". Alla luce ciò inevitabile pensare che dopo il clamoroso intoppo di Barcellona anche all'attuale pilota del Cavallino sia tornato in mente quel GP del Giappone del 2006 e il racconto di Mattia Binotto di come il Kaiser ha reagito a quella debacle.

Cosa si sono detti Leclerc e Binotto nel faccia a faccia a Silverstone:
Cosa si sono detti Leclerc e Binotto nel faccia a faccia a Silverstone: "Non fare così!"
La Ferrari ha deciso quando darà ordini di scuderia tra Leclerc e Sainz: solo in un caso
La Ferrari ha deciso quando darà ordini di scuderia tra Leclerc e Sainz: solo in un caso
Cortocircuito in casa Ferrari, Leclerc contraddice Binotto:
Cortocircuito in casa Ferrari, Leclerc contraddice Binotto: "Voglio diventare campione del mondo"
Classifica piloti
Classifica costruttori
Pos.
Pilota
Team
Punti
1
M. Verstappen Red Bull
Red Bull
181
2
S. Pérez Red Bull
Red Bull
147
3
C. Leclerc Ferrari
Ferrari
138
4
C. Sainz Ferrari
Ferrari
127
5
G. Russell Mercedes
Mercedes
111
Pos.
Team
Punti
1
Red Bull
328
2
Ferrari
265
3
Mercedes
204
4
McLaren
73
5
Alpine
67
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni