Tour de France 2022
13 Luglio 2022
17:38

Terremoto al Tour, Pogacar va in crisi e Vingegaard diventa maglia gialla: la nuova classifica

Impresa fantastica di Jonas Vingegaard, che ha vinto l’11^ tappa del Tour de France e si è preso la maglia gialla. Crisi per Tadej Pogacar, che ha perso 3′ e ha ceduto lo scettro proprio al danese della Jumbo-Visma.
A cura di Vito Lamorte
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Tour de France 2022

Scossone al Tour de France 2022. Per movimentare la corsa più bella e seguita del mondo c'è voluto il Galibier e un attacco d'altri tempi a una sessantina di chilometri. Il protagonista dell'undicesima tappa della Grande Boucle, da Albertville al Col du Granon con il leggendario passaggio sul Galibier, è stato Jonas Vingegaard, che ha compiuto una vera e propria impresa piazzando il suo attacco intorno ai meno 4,5 km e andando a riprendere Romain Bardet e Nairo Quintana prima di involarsi verso la vittoria. È lui la nuova maglia gialla.

Il danese della Jumbo-Visma si è mosso sul Galibier, spalleggiato da Primoz Roglic e Geraint Thomas, e a cinque chilometri dall'arrivo è andato a prendersi di prepotenza la prima vittoria in carriera alla Grande Boucle che gli ha permesso di strappare la maglia gialla a Pogacar, che è parso in difficoltà crisi ed arrivato con quasi 3′ di ritardo. Le difficoltà dello sloveno potrebbero essere dovute all'alta quota, visto che quest’oggi i ciclisti hanno toccato prima i 2642 del Galibier e poi i 2413 del Granon, oppure ad una cattiva alimentazione.

La Jumbo-Visma con Jonas Vingegaard e Primoz Roglic ha cercato subito di stanare la maglia gialla, che ha reagito ma dopo un po' di scatti tutti si sono ricompattati. Subito dopo Pogacar ha staccato ma Vingegaard si è dimostrato il più solido e ha tenuto il passo.

Nella discesa che portava ai piedi del Col du Granon Pogacar e Vingegaard sono stati ripresi e per la seconda volta il gruppo si è riunito ma poco dopo, a circa cinque chilometri dal traguardo, il danese ha lanciato il suo attacco e Pogacar non è riuscito a rispondere.

Trionfo in solitaria per Vingegaard davanti Quintana e a Bardet. Quarto Geraint Thomas a 1’40”, poi Gaudu e Yates, mentre Pogacar perde addirittura 2’53”. Da sottolineare come il danese abbia dovuto affrontare non solo le difficoltà del tappa odierna ma il solito gruppo di tifosi sconsiderati che con fumogeni e bandiere avrebbero potuto creargli problemi nella sua volata verso la vittoria.

Il Tour de France 2022 è completamente riaperto. Domani si scala ancora il Galibier, il Col de la Croix de Fer e c'è l'Alpe d'Huez.

Tour de France 2022, la classifica generale

  1. VINGEGAARD Jonas Jumbo-Visma 6″ 41:29:59
  2.  BARDET Romain Team DSM 2:16
  3.  POGAČAR Tadej UAE Team Emirates 24″ 2:22
  4.  THOMAS Geraint INEOS Grenadiers 2:26
  5. QUINTANA Nairo Team Arkéa Samsic 2:37
  6.  YATES Adam INEOS Grenadiers 3:06
  7.  GAUDU David Groupama – FDJ 4″ 3:13
  8.  VLASOV Aleksandr BORA – hansgrohe 7:23
  9. LUTSENKO Alexey Astana Qazaqstan Team 8:07
  10.  MAS Enric Movistar Team 9:29
7 contenuti su questa storia
Pogacar cade, Vingegaard lo aspetta per giocarsi il Tour alla pari: è lo sport allo stato puro
Pogacar cade, Vingegaard lo aspetta per giocarsi il Tour alla pari: è lo sport allo stato puro
Tappa del Tour de France sospesa, manifestanti bloccano la strada:
Tappa del Tour de France sospesa, manifestanti bloccano la strada: "Ci restano solo 989 giorni"
La sfortuna fantozziana di Pinot, pugno in faccia al rifornimento volante:
La sfortuna fantozziana di Pinot, pugno in faccia al rifornimento volante: "Non potevo evitarlo"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni