140 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Giro d'Italia 2024

Pogacar cannibale al Giro d’Italia, l’appello disperato di Ganna: “Vai piano, rallenta”

Filippo Ganna ha cullato per diverse ore la possibilità di vittoria nella cronometro di Perugia, ma con un finale eccezionale è stato beffato dall’imbattibile Tadej Pogacar.
A cura di Alessio Morra
140 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Tadej Pogacar è uno di quei campioni che vuole vincere sempre. La maglia rosa del Giro d'Italia ha vinto in modo splendido anche la cronometro di Perugia e lo ha fatto piegando un altrettanto fantastico Filippo Ganna, che fino all'ultimo è stato in lizza per il successo ma si è dovuto accontentare del secondo posto.

Pogacar vince pure la cronometro di Perugia

Top Ganna è uno specialista della cronometro, un campione assoluto, con tanti titoli sulle spalle e decine di successivi mietuti. Al Giro d'Italia non può puntare al successo finale, ma alle tappe singole sì, in particolare alla cronometro. A Perugia è stato a lungo al comando, ha visto sfilare una sfilza di rivali che sono tutti giunti al traguardo dietro di lui, tutti meno che uno Pogacar, che nel finale della crono ha fatto la differenza.

Immagine

Recupero straordinario nel finale su Ganna

L'azzurro a vedere gli intertempi era bello tranquillo, all'apparenza, perché temeva, e forse in cuor suo sapeva, che Pogacar avrebbe accelerato nel finale. Negli ultimi 6 chilometri, tutti in salita, lo sloveno ha guadagnato 1'04" al ciclista italiano, dopo averne persi 47 di secondi al primo intermedio. Quel gran finale gli ha permesso di vincere per appena 17 secondi. Uno dei tanti successi dello sloveno, un'autentica beffa per Ganna che quasi fino all'ultimo ci ha creduto.

Ganna, da grande campione qual è, ha capito subito l'andazzo e ha capito che da lì a poco Pogacar gli avrebbe soffiato la vittoria e inquadrato dalle telecamere si è lasciato andare a gesti ed espressioni piuttosto eloquenti. A un certo punto il due volte campione del mondo è stato inquadrato mentre sembrava dire a Pogacar: "Vai piano, rallenta". Ovviamente non è stato così. Lo sloveno ha proseguito la sua marcia e ha trionfato nella 7ª tappa del Giro.

La soddisfazione di Pogacar

La maglia rosa del Giro d'Italia 2024 parlando a caldo alla Rai ha detto: "Questo è il primo giorno in cui mi sono trovato davvero bene in sella alla mia bici in cronometro. Credo di avere ancora molti margini di miglioramento", ancora margini di miglioramento per chi sta dominando. Poi ha aggiunto: "Mi sentivo bene, dopo i Campionati del Mondo dell'anno scorso, oggi c'era la prima gara con la bici da cronometro. Ho trascorso molto tempo a prepararmi per questo e ha avuto molti alti e bassi. Oggi mi sentivo molto bene e quindi sono molto felice. Ho iniziato un po’ più lentamente e ho dovuto abituarmi. Ho rallentato fino alla salita e poi ho dato il massimo in salita".

140 CONDIVISIONI
201 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views