La seconda tappa del Giro d’Italia 2016 l’ha vinta il tedesco Kittel, che in modo poderoso in volata ha avuto la meglio sul francese Demare e sull’italiano Modolo. Marcel Kittel, vincitore della terza tappa al Giro (le altre vittorie curiosamente le ha ottenute sempre fuori dal territorio italiano, il tedesco si impose in Irlanda nel 2014), adesso si è portato a solo un secondo nella classifica generale dall’olandese Dumoulin, maglia rosa per il secondo giorno consecutivo, e dallo sloveno Primoz. Considerando però che anche la tappa di domani è pianeggiante e che la volata è praticamente scontata Kittel ha la possibilità di dare l’attacco alla maglia rosa. La tappa non è stata affatto esaltante. I big, cioè quelli che lottano per vincere la corsa rosa, hanno controllato a turno prima di lasciare spazio ai velocisti a tre chilometri dal termine. L’unico ciclista di prima fascia nella top ten è lo svizzero Cancellara, che pure aveva iniziato il Giro con la febbre, è che invece riesce a guardare dall’alto tutti gli altri big. Nibali dopo il buon esordio si è nascosto. Ma lo ‘Squalo’ alla vigilia aveva detto che il Giro per lui parte quando si arriva alle Dolomiti, dunque il siciliano in queste prime otto-dieci tappe cercherà di risparmiare il maggior numero di energie.

Ordine d’Arrivo 2a tappa – Arnhem-Nijmegen – 1) Kittel (Ger); 2) Demare (Fra) s.t.; 3) Modolo (Ita) s.t.; 4) Hofland (Ola) s.t.; 5) Ruffoni (Ita) s.t.; 6) Porsev (Rus) s.t.; 7) Ewan (Aus) s.t.; 8) Sbaragli (Ita) s.t.; 9) Amador (Crc) s.t.; 10) Nizzolo (Ita).

Classifica generale – 1) Dumoulin (Ola); 2) Primoz (Slo) s.t.; 3) Kittel (Ger) a 1’’; 4) Amador (Crc) a 6’’; 5) Ludvigsson (Sve) a 8’’; 6) Moser (Ita) a 12’’; 7) Jungels (Lux) a 13’’; 8) Cancellara (Svi) a 14’’; 9) Brandle (Aut) a 14’’; 10) Dillier (Svi) a 16’’.