8 Settembre 2021
13:05

Tra Pjanic e Koeman volano gli stracci: “Al Barcellona c’erano giocatori migliori di lui”

Ronald Koeman non ha digerito le dichiarazioni di Miralem Pjanic rilasciate sull’allenatore del Barcellona poco dopo il suo addio ai catalani. Il centrocampista bosniaco aveva lanciato un’accusa al tecnico olandese: “Mi ha mancato di rispetto”. Pronta è arrivata la replica del diretto interessato: “Al Barcellona c’erano giocatori migliori di lui”.
A cura di Fabrizio Rinelli

La storia tra Pjanic e il Barcellona non è finita benissimo. Il bosniaco è stato ceduto al Besiktas al termine di una trattativa lampo che ha porto il centrocampista ai turchi negli ultimi giorni di mercato. Si pensava ad un ritorno alla Juventus e invece la possibilità che l'ex Roma potesse rivestire di nuovo la maglia bianconera, è svanita a poche ore dal gong finale del calciomercato italiano. In casa catalana però il suo ingaggio, ma soprattutto il suo modo di giocare, non si sposavano con il nuovo progetto del club e del tecnico Ronald Koeman. Quest'ultimo era stato pesantemente attaccato dallo stesso Pjanic nel corso della prima intervista da nuovo giocatore del Besiktas una volta ufficializzato il suo passaggio alla squadra turca.

"Mi ha mancato di rispetto e non mi ha mai detto le cose in faccia" ha spiegato il giocatore scagliandosi contro i comportamenti, a suo dire, discutibili dell'allenatore olandese che non gli avrebbe mai dato una chiara spiegazione sul suo mancato impiego durante la stagione. "Tutti mi chiedevano cosa non andasse… e io non capivo". Il rapporto tra le parti, dopo una sola stagione, non è mai stato idilliaco e Koeman aveva solo detto al giocatore di guadagnarsi il posto come tutti gli altri giocatori. Ma poi la sua cessione improvvisa ha spiazzato il giocatore. Oggi, attraverso una lunga intervista rilasciata a ‘Mundo Deportivo' e riportata in parte anche da ‘Marca', l'allenatore del Barcellona ha risposto a tono alle parole di Pjanic.

Le parole di Koeman e la risposta a Pjanic

"Sono un giocatore che sa accettare tutto ma vorrei sempre che me lo spiegassero – aveva sottolineato ancora Pjanic – Non come se niente fosse e io avessi 15 anni". Proprio a queste frasi ha voluto rispondere Koeman che di certo non ha risparmiato toni forti e decisi nei confronti del giocatore. "Penso che sia un po' di frustrazione da parte sua che capisco – ha sottolineato l'allenatore dei catalani – Ma nel nostro modo di giocare, nella nostra idea con la palla e senza palla, ha perso il duello con altri centrocampisti. E ora gli auguro il meglio". Koeman parla di un problema tecnico e tattico prima di congedarsi con una stilettata a dir poco dura da digerire per il bosniaco: "È stata difficile, abbiamo provato, abbiamo provato e abbiamo visto che ci sono altri giocatori migliori di lui", ha concluso il tecnico olandese.

Koeman in bilico sull'esonero. C'è un nome a sorpresa per la panchina del Barcellona
Koeman in bilico sull'esonero. C'è un nome a sorpresa per la panchina del Barcellona
Koeman salvato dall'esonero, chi ha convinto Laporta e l'ultimatum: Barcellona sempre più nel caos
Koeman salvato dall'esonero, chi ha convinto Laporta e l'ultimatum: Barcellona sempre più nel caos
Vendetta perfetta, Suarez affonda il Barcellona di Koeman: l'Atletico domina e vince 2-0
Vendetta perfetta, Suarez affonda il Barcellona di Koeman: l'Atletico domina e vince 2-0
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni