887 CONDIVISIONI
La nuova Superlega europea di calcio
20 Aprile 2021
16:40

Mihajlovic contro la Superlega: “Juventus, Inter e Milan vadano a farsi il loro campionato”

L’allenatore del Bologna Sinisa Mihajlovic alla vigilia del match contro il Torino valido per la 32a giornata di Serie A, ha detto la sua sulla Superlega dimostrando di non gradire il nuovo format. Il torneo infatti rischia di aumentare il gap in termini di ricchezza tra le medio-piccole e le big del calcio internazionale.
A cura di Marco Beltrami
887 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
La nuova Superlega europea di calcio

La Superlega non è gradita a Sinisa Mihajlovic. Nella classica conferenza stampa della vigilia del match di campionato tra il suo Bologna e il Torino, il mister serbo ha detto la sua sull'argomento del momento, ovvero sul nuovo format che ha spaccato in due il mondo del calcio. Il tecnico degli emiliani che ha definito "una cosa brutta" la Superlega, ha invitato anche Juventus, Inter e Milan ovvero 3 dei club fondatori del torneo continentale, ad andare a "farsi il proprio campionato".

Cosa pensa Sinisa Mihajlovic della Superlega? Come spesso accade, il mister del Bologna non ha usato mezzi termini per definire un torneo nato dall'esigenza di monetizzare il più possibile: "Per me è una cosa brutta, il calcio è lo sport più seguito al mondo, più amato, perché dà la possibilità qualche volta alle squadre piccole di vincere contro le grandi. I ricchi diventano più ricchi e i poveri ancora più poveri. Non è questo lo spirito dello sport. Non la condivido e non mi piace. È una questione di soldi? Credo di sì e toglie al calcio la possibilità di competere. Nello sport i piccoli possono battere i grandi. Poi chiaro, un big match è sempre bello da vedere".

Di certo, il nuovo format impedisce alle medio-piccole la possibilità di rendersi protagoniste di veri e propri exploit. Per questo Mihajlovic, sottolinea che con la Superlega, le big diventeranno ancora più big aumentando il gap con le altre squadre delle rispettive federazioni. Il tecnico invita Juve, Inter e Milan a questo punto ad andarsi a giocare il "loro campionato":  "Incasseranno 350 milioni subito? Piace vincere facile, facciano un campionato tutto loro. Ma la mia opinione sarebbe la stessa anche se fossi allenatore di Juve, Milan e Inter. Cosa facciamo? Il Bologna magari prende 30 milioni e loro 300, diventa più grande il gap. Il Leicester potrà mai rivincere uno Scudetto così? Il suo percorso senza le big non avrebbe lo stesso fascino. Non facciamo i falsi moralisti: sicuramente la SuperLega è una questione di soldi, tutti questi club sono indebitati. Se piace vincere facile. vadano a farsi il loro campionato. Ma penso che i tifosi non condividano e io neppure".

887 CONDIVISIONI
179 contenuti su questa storia
La Liga a muso duro contro la Superlega, l'attacco al format e ai principi:
La Liga a muso duro contro la Superlega, l'attacco al format e ai principi: "Conquistalo in campo!"
La Superlega da oggi ha un volto, questo: è l'inizio della vera rivoluzione del calcio
La Superlega da oggi ha un volto, questo: è l'inizio della vera rivoluzione del calcio
Cosa rischia la Juventus per la Superlega dopo l'ultimo ricorso vinto dalla Uefa
Cosa rischia la Juventus per la Superlega dopo l'ultimo ricorso vinto dalla Uefa
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni