Cinque vittorie consecutive nelle ultime partite in casa. Tre punti nelle ultime tre trasferte. Inter e Juventus si presentano così alla sfida che questa sera – ore 20.45 – si giocherà a San Siro. Un derby d'Italia a parti rovesciate: finora i nerazzurri sono stati sempre costretti a inseguire, adesso è la ‘vecchia signora' la squadra che deve rimontare il gap in classifica (al netto della partita da recuperare contro il Napoli). E per la prima volta dopo tanto tempo l'Inter se la gioca alla pari: da un lato c'è Ronaldo, dall'altro un attaccante molto forte come Lukaku. Un derby d'Italia che capita in un momento particolare del campionato, dove i contagi da Covid hanno sottratto pedine: a Pirlo ne mancano tre come Cuadrado, de Ligt e Alex Sandro; così come è salito a quattro il numero degli indisponibili nel Milan per i contagi. Un derby d'Italia che può sgranare ulteriormente le posizioni nella parte alta della graduatoria oppure servire ai rossoneri l'assist per staccarsi in fuga.

Le probabili formazioni di Inter-Juventus

Tra Conte e Pirlo è il primo ad avere meno problemi di formazione. Il tecnico salentino, ex di turno, potrà contare sulla squadra che abitualmente schiera con qualche dubbio: Vidal oppure Gagliardini in mezzo al campo. Per il resto, Young agirà sulla corsia mancina al posto di Darmian (infortunato contro la Roma), attacco affidato a Lukaku e a Lautaro Martinez. Difesa a tre con Skriniar, De Vrij e Bastoni.

L'emergenza Covid e infortuni restringe i margini di scelta per l'allenatore della Juventus. A Frabotta dovrebbe essere confermata la fiducia sulla fascia sinistra. Chiellini favorito su Demiral per giocare accanto a Bonucci. Chiesa verso una maglia di titolare mentre nel cuore della mediana dovrebbero agire Bentancur e Rabiot, con Ramsey. Nessun dubbio in attacco imperniato su Morata e Cristiano Ronaldo.

  • Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Vidal, Young; Lautaro, Lukaku. Allenatore: Conte.
  • Juventus (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini, Frabotta; Chiesa, Bentancur, Rabiot, Ramsey; Morata, Ronaldo. Allenatore: Pirlo.