La nuova Superlega europea di calcio
16 Agosto 2021
11:13

“La Superlega partirà nel 2022 o nel 2023”: cosa sta accadendo e cosa può succedere

Dalla Spagna fanno sapere che la Superlega, il torneo alternativo alle competizioni UEFA che ha fatto la sua comparsa la scorsa primavera al grande pubblico, sarà lanciata nel 2022 o nel 2023 e che tutti e 12 i club iscritti inizialmente sono ancora a bordo del progetto.
A cura di Vito Lamorte
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
La nuova Superlega europea di calcio

La Superlega ha fatto la sua comparsa ufficiale nel gergo calcistico di tutti i giorni qualche mese ma è un progetto in cantiere da anni e sta andando avanti nonostante l'UEFA stia cercando in tutti i modi di opporsi. Dopo il tentativo della scorsa primavera, naufragato in pochi giorni, ecco che potrebbe riaccendersi il dibattito in vista dell'autunno. Nei giorni scorsi la Juventus, il Barcellona e il Real Madrid, i cui presidenti si sono incontrati pochi giorni fa in Catalogna; avevano pubblicato un comunicato congiunto in cui esprimevano tutta la loro soddisfazione per la decisione del Tribunale di Madrid di confermare all’UEFA l’obbligo di interrompere le azioni legali intraprese nei confronti dei club fondatori della Super League.

La situazione è apparentemente ferma ma quello che sta succedendo in Spagna, con il fuoco incrociato tra Liga e Real Madrid-Barcellona in merito alla questione del fondo CVC: le due big si oppongono all'accordo e tengono in scacco tutto il calcio spagnolo ma Javier Tebas non ha nessuna intenzione di fermarsi perché l'impatto previsto da un'ipotetica Super League chiusa o semichiusa da parte della società di consulenza KPMG sulla Liga sarebbe di 1.900 milioni di euro all'anno. Una catastrofe. Stesso discorso vale per Aleksander Ceferin, presidente UEFA, che non ha nessuna intenzione di mollare la presa sul tema dopo quanto accaduto ad aprile e non accetterebbe le misure del Tribunale spagnolo sui procedimenti disciplinari intrapresi contro Real Madrid, Juventus e Barcellona rischiando ammende e sanzioni penali.

Domenica scorsa a Barcellona si sono riuniti Joan Laporta, Andrea Agnelli e Florentino Perez per portare avanti la loro crociata contro l'UEFA e il progetto che dovrebbe vedere anche tutti gli altri club che si sono dichiarati "fuoriusciti" ancora all'interno della nuova proposta calcistica.

Insomma, ognuno continua nella sua lotta personale. Nessun dialogo, nessun incontro. Intanto fanno sapere dalla Spagna, secondo quanto riportato dal giornale Vozpópuli, che la Super League sarà lanciata nel 2022 o nel 2023 e che tutti e 12 i club iscritti inizialmente sono ancora a bordo del progetto: le società stanno solo aspettando l'approvazione della Corte di giustizia europea, che dovrebbe arrivare nei prossimi mesi. Inoltre, si specifica che la Superlega dovrebbe avere un nuovo formato e non sarà un campionato ‘chiuso' come era stato prospettato inizialmente.

Oltre a questa indiscrezione non ci sono altri pezzi per comporre un puzzle più preciso in questo momento ma quello che sta per arrivare si prospetta come un vero e proprio "autunno caldo" per il calcio europeo.

168 contenuti su questa storia
Uefa ritira le sanzioni per la Superlega, ma la guerra non è finita: attesa la sentenza decisiva
Uefa ritira le sanzioni per la Superlega, ma la guerra non è finita: attesa la sentenza decisiva
Ultimatum a Ceferin sulla Superlega: a processo se non annulla le sanzioni a Juve, Real e Barça
Ultimatum a Ceferin sulla Superlega: a processo se non annulla le sanzioni a Juve, Real e Barça
Minacciato da un uomo della Superlega, Ceferin ricorda la telefonata: "Mia moglie era scioccata"
Minacciato da un uomo della Superlega, Ceferin ricorda la telefonata: "Mia moglie era scioccata"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni