355 CONDIVISIONI
5 Agosto 2022
15:33

Il principe William come la madre Lady Diana, il gesto che rompe il protocollo: “Una scelta voluta”

La gioia per la conquista degli Europei è stata tale che perfino l’etichetta e l’aplomb della Casa Reale britannica hanno vacillato dinanzi all’impresa compiuta dalle “Leonesse”. L’atteggiamento empatico del principe non è passato inosservato.
A cura di Maurizio De Santis
355 CONDIVISIONI
L’abbraccio del principe William alla calciatrice inglese durante la premiazione degli Europei.
L’abbraccio del principe William alla calciatrice inglese durante la premiazione degli Europei.

Il principe William non ha resistito. Un anno fa andò via da Wembley col muso lungo e le sopracciglia aggrottate per la sconfitta dell'Inghilterra in finale degli Europei contro l'Italia. Sembrava tutto pronto per festeggiare con gli Azzurri vittima sacrificale all'insegna dell'it's coming home che aveva accompagnato il sogno della nazionale di Southgate. Finì malissimo.

Questa volta no. A Wembley quella gioia rimasta strozzata in gola ha trovato sfogo con la rete segnata da Chloe Kelly al 110° minuto del match con la Germania, quando lo spettro dei calci di rigore (quelli amarissimi e respinti dalle mani grandi di Donnarumma) sembrava foriero di cattive notizie.

Il boato dei tifosi è stato devastante, ha travolto ogni cosa. Dopo 56 anni il primo grande trofeo per l'Inghilterra lo hanno conquistato le calciatrici della selezione femminile. È stato come squarciare un velo, rompere un tabù, spezzare quell'aura imbarazzante di nazione che nel calcio è ricca/ricchissima e ha un grande appeal ma non è riuscita mai a vincere nei trofei internazionali.

Il
Il "lato umano" della Famiglia Reale inglese: l’atteggiamento fuori dall’etichetta del principe William ha destato curiosità.

La gioia è stata tale che perfino il protocollo e l'aplomb della Casa Reale britannica hanno vacillato dinanzi all'impresa. Il gesto fatto dal principe William non poteva passare inosservato e in buona parte è figlio anche della situazione contingente, del contesto coinvolgente, di un'attesa durata anche troppo e che un anno fa non ebbe seguito nemmeno dopo la lettera d'incoraggiamento della regina Elisabetta.

Cosa ha fatto l'erede al trono? Ha deciso di abbracciare ogni calciatrice al momento della premiazione con la medaglia. Una regola della Famiglia Reale infranta, secondo il protocollo dovrebbero limitarsi a una stretta di mano nel corso di eventi formali.

A spiegare la situazione è stato Grant Harrold, esperto di ‘cose reali' ed ex maggiordomo del principe Carlo. Ha definito quell'atteggiamento in contraddizione con l'etichetta una "scelta voluta" perché se "incontravi un membro della Famiglia potevi solo guardarlo o, al massimo, stringere la mano solo se era lui stesso a porgerla". Non era solo un questione di tradizione ma anche motivo di sicurezza.

I complimenti di William alle calciatrici della nazionale britannica per la vittoria degli Europei femminili.
I complimenti di William alle calciatrici della nazionale britannica per la vittoria degli Europei femminili.

Il comportamento empatico del principe William, però, non ha destato scandalo. Anzi, avrebbe ribadito come la monarchia abbia fatto qualche concessione rispetto al rigido rituale del passato.

"Credo che William e gli altri reali più giovani si siano resi conto che possono anche permettersi cose del genere – ha aggiunto Harrold -. Del resto, sua madre, Diana, non ha mai respinto questa forma di contatto pubblico. Loro sono cresciuti in un'epoca differente ma per la regina è diverso".

It's coming home val bene uno strappo al protocollo. "Avete dato un esempio che sarà di ispirazione per le ragazze e le donne di oggi e delle future generazioni", il messaggio di congratulazione della regina. E il lato umano prende il sopravvento su tutto.

355 CONDIVISIONI
Armi da taglio, bombe e una calibro 22: la polizia sequestra un arsenale sul pullman dei tifosi
Armi da taglio, bombe e una calibro 22: la polizia sequestra un arsenale sul pullman dei tifosi
Il trofeo estivo più strano mai visto, è il
Il trofeo estivo più strano mai visto, è il "Cetriolo d'oro": si assegna in amichevole
Bologna e Cremonese ai 16esimi di Coppa Italia, Cosenza e Ternana KO: decidono Sansone e Quagliata
Bologna e Cremonese ai 16esimi di Coppa Italia, Cosenza e Ternana KO: decidono Sansone e Quagliata
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni