1.004 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
1 Aprile 2022
18:09

Fugge dalla guerra, segna il gol decisivo e crolla in lacrime in TV: “È per l’Ucraina”

Una storia importante quella del brasiliano Bill che ha lasciato l’Ucraina subito dopo l’invasione della Russia per tornare in patria. Emozioni uniche dopo il primo gol.
A cura di Marco Beltrami
1.004 CONDIVISIONI
Bill in lacrime per l’Ucraina
Bill in lacrime per l’Ucraina
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Segnare all'esordio e risultare decisivo per la propria squadra è il sogno di ogni calciatore. Ecco perché Fabricio Rodrigues da Silva Ferreira, meglio conosciuto come Bill, ha vissuto una serata magica, realizzando la rete del pareggio in pieno recupero 3 minuti dopo il suo ingresso in campo nel finale di Sport Recife-Fortaleza. 1-1 e discorso rimandato al ritorno per la Coppa del Nordest brasiliana, con questo giovane attaccante che nella classica intervista post-partita si è lasciato andare alle lacrime. Il suo però non è un pianto di gioia: il primo pensiero infatti è andato al Paese che lo ha ospitato fino a poche settimane fa, ovvero l'Ucraina.

La storia di Bill è molto particolare. Questo duttile attaccante classe 1999 è di proprietà del club ucraino Dnipro-1, in cui è approdato nel 2021. Quando però è scoppiata la guerra, con l'invasione della Russia, il calciatore è tornato in patria per vestire la casacca dello Sport Recife. La FIFA infatti ha permesso ai calciatori stranieri militanti in Ucraina di "svincolarsi" per firmare con altri club, ed ecco allora che il calciatore si è legato in prestito alla società del suo Paese. Dopo la panchina in semifinale con il CRB, Bill ha avuto la sua grande chance per esordire nella finale d’andata della Copa do Nordeste, e non se l’è lasciata sfuggire. Il tecnico dello Sport Recife ha deciso, sotto di un gol, di giocarsi il tutto per tutto gettandolo nella mischia nel finale.

E Bill 3 minuti dopo con un colpo di testa ha segnato l'1-1, che rimanda il discorso al match di ritorno. Una serata da eroe per l'attaccante che nell'intervista ai microfoni di ESPN, non è riuscito a trattenere la commozione. Il primo pensiero è andato alla sua Ucraina e a quanto vissuto negli ultimi mesi: "Ho passato momenti difficili. Sono uscito da una guerra… è stato molto difficile. Noi usciamo di casa alla ricerca dei nostri sogni, e vivere una situazione come questa è molto triste. Ho chiesto a Dio la sua benedizione, e dedico questo gol ai miei compagni ucraini. Non solo alla mia squadra, ma a tutto il popolo ucraino che vive e attraversa questa pessima situazione".  Le lacrime di Bill hanno fatto il giro dei social in Brasile, e tutti i tifosi, anche quelli avversari hanno speso parole di grande affetto per lui e per il popolo ucraino. In questo caso infatti i colori non contano.

1.004 CONDIVISIONI
2597 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni