La Serie A si scopre terreno fertile per i difensori. Già, perché nei cinque maggiori campionati europei, quello italiano può contare su ben due baluardi della difesa nella top 5 dei difensori con il più alto numero di gol. E’ Robin Gosens dell’Atalanta (un terzino) a guidare la flotta, con Theo Hernandez e Kolarov appaiati in quinta posizione. Da sottolineare però anche la presenza di diversi giocatori della Bundesliga che si stanno distinguendo in fase realizzata. Vediamo dunque la top 5 completa con un focus dettagliato su ognuno.

Gosens primo difensore goleador in Europa

La meraviglia Atalanta non vuole assolutamente smettere di sorprendere. In Europa non si fa altro che parlare del miracolo del club bergamasco che in Italia sta battendo ogni record realizzando gol a valanga partita dopo partita. E uno dei mattatori di questa scorpacciata di reti per la squadra di Gasperini, è sicuramente Robin Gosens. Dopo una stagione di ambientamento in Serie A, l’esterno sinistro olandese sembra essere definitivamente esploso tanto da essere il primo difensore nei maggiori campionati europei ad aver realizzato il maggior numero di gol. Ben 7 per Gosens che in 18 partite ha messo a segno anche 4 assist che hanno portato ai bergamaschi 11 punti. Nell’ultima gara contro il Torino si è ancora una volta distinto per un gol dalla distanza che è diventato il suo vero marchio di fabbrica.

What a way to start 2020! 😍⚽️🕺🏻

A post shared by Robin Gosens (@robingosens) on

Max è un’autentica sorpresa in Europa

In estate c’aveva provato la Sampdoria ad acquistarlo, l’anno precedente il Napoli. E dopo la stagione scorsa trascorsa a primeggiare come giocatore a mettere più cross al centro dell’area di rigore in Europa, a luglio, Philpp Max è stato a lungo corteggiato da Liverpool e Barcellona per assicurarsi il laterale difensivo tedesco. E’ lui ad occupare la seconda posizione in questa speciale classifica con 6 gol e 4 assist che hanno portato all’Augusta, suo club attuale, la bellezza di 11 punti. Un giocatore che si sta facendo largo nel grande calcio e che siamo certi ben presto avrà un posto di primo piano in un top club. Terzino sinistro di spinta, con grande propensione al gol, Max è un classe 1993 con un valore di mercato pari a 17 milioni che ad oggi potrebbe lievitare ulteriormente. Un’occasione per chiunque fosse a caccia di un terzino con queste qualità.

Le capacità infinite di Hinteregger

Prima di virare di Vavro invece, la Lazio in estate ha anche provato a fare un tentativo per portare in biancoceleste il difensore Martin Hinteregger. Lui, centrale dell’Eintracht Francoforte, capace di realizzare, ad oggi, anche lui 6 gol, è stato vicinissimo alla Serie A. Ma per il momento si accontenta di incantare in Germania dove è diventato uno dei centrali difensivi più affidabili della Bundesliga. Classe 1992, austriaco, Hinteregger riesce ad interpretare al meglio entrambe le fasi: difensiva e offensiva. Con una propensione al gol disarmante per un difensore centrale, capace anche di vederlo mettere a segno ben 2 assist oltre ai gol. Cresciuto anche lui nell’enorme fabbrica di talenti del Salisburgo, prima di andare all’Augusta prima dell’Eintracht, oggi vale 15 milioni di euro come valutazione di base, ma il prezzo può salire ancora.

Telles non si smentisce e continua a fare gol

Una vecchia conoscenza della nostra Serie A si è invece piazzata sul gradino più basso del podio. Stiamo parlando di Alex Telles, terzino sinistro del Porto, che in passato ha vestito la maglia dell’Inter con non molta fortuna. Il brasiliano ha messo a segno la bellezza di 5 gol e 5 assist che hanno portato alla squadra dei ‘Dragoni’ ben 10 punti. Un rendimento non di poco conto per un giocatore che veniva da un’esperienza disastrosa in Italia e che invece ha trovato la sua dimensione in Portogallo venendo anche accostato, in sede di mercato, a diversi club prestigiosi che avrebbero voluto puntare su di lui per rinforzare la propria rosa. Al momento il Porto però resta sui suoi passi e il terzino sinistro infatti ha un valore di mercato attuale di ben 40 milioni di euro. Ciò comporta che quindi chiunque volesse acquistarlo, non lo pagherebbe meno di 50 milioni. Insomma, un giocatore ormai diventato esperto in Europa a 27 anni, nel pieno della maturità, che sarebbe un investimento mirato per i club che volessero acquistarlo e dargli quella considerazione maggiore che forse adesso meriterebbe davvero.

🙅🏽‍♂️💪🏽⚽️

A post shared by alextelles13 (@alextelles13) on

Theo Hernandez e Kolarov in quinta posizione

L’Italia apre questa top 5 e la chiude. Già, perché al quinto posto, per gol realizzati dai difensori, abbiamo ben due protagonisti del nostro campionato: Theo Hernandez e Aleksander Kolarov. I due, sono appaiati a quota 5 gol, ma se per il rossonero il rendimento potrebbe ulteriormente crescere vista la sua enorme propensione al gol in fase offensiva e la crescita del Milan dopo l’arrivo di Ibra, non si può dire lo stesso del terzino della Roma. In panchina nell’ultimo derby e messo un attimo a riposo da Fonseca che sta pensando di giocare con uno dei due esterni difensivi più alti, quasi attaccanti aggiunti alle spalle di Dzeko. Una caratteristica che evidentemente non appartiene proprio a Kolarov che è invece molto più pericoloso sui calci da fermo, con le sue punizioni micidiali che hanno fatto del romanista uno dei più pericolosi della Serie A.