1.183 CONDIVISIONI
30 Giugno 2021
10:55

Da mezzanotte Messi sarà svincolato: dopo 7478 giorni scade il contratto con il Barcellona

Da domani Lionel Messi sarà un calciatore svincolato: oggi scade il suo contratto con il Barcellona. Da mezzanotte l’argentino non sarà più ufficialmente un calciatore blaugrana dopo 7478 giorni di militanza ininterrotta. Le trattative per il rinnovo sono ancora in corso ma al momento non c’è l’intesa su tutto.
A cura di Michele Mazzeo
1.183 CONDIVISIONI

Dalla mezzanotte di oggi Lionel Messi non sarà più un calciatore del Barcellona e sarà libero di accasarsi in un'altra squadra a parametro zero. Il contratto del sei volte Pallone d'Oro con i blaugrana firmato nel 2017 scade infatti oggi, 30 giugno 2021. Il legame ininterrotto tra il fenomeno argentino e il club catalano che dura dall'8 gennaio 2001 è dunque pronto ad interrompersi dopo 7.478 giorni.

Dopo le frizioni della scorsa estate a colpi di burofax che sembravano aver ormai definitivamente incrinato i rapporti tra la Pulce e il Barça, questa volta non ci sarà nessuna clausola o contratto che costringerà Leo Messi a restare in maglia blaugrana. Quindi da domani sarà solo la volontà del calciatore a fare la differenza. Ed è proprio questa che fa pensare che a brevissimo le strade del club blaugrana e dell'argentino si rincontreranno nuovamente.

Già, perché in realtà la causa di questa discontinuità del rapporto sembra essere legata esclusivamente alla complessità delle trattative per il rinnovo con il calciatore che avrebbe già deciso di restare a Barcellona per altri due anni. Ad oggi infatti l'accordo totale non c'è, ma da entrambe le parti c'è ottimismo dettato dalla comune volontà di prolungare il contratto. Ci sono però ancora tante questioni di natura economica e fiscale su cui non c'è intesa e sulle quali si sta lavorando ormai da diversi giorni.

Al momento dunque il Barcellona non sembra essere preoccupato dalla scadenza del contratto della stella argentina che alla fine dovrebbe firmare un nuovo accordo con i blaugrana, ma se queste trattative dovessero prolungarsi a oltranza non sono del tutto da escludere possibili colpi di scena. Da qui l'esortazione pubblica del presidente del club catalano Joan Laporta: "Se Messi ci dicesse di sì il prima possibile ci sarebbe di grande aiuto".

Seppur remota, dunque, esiste ancora la possibilità che Lionel Messi cambi squadra nel corso di questa sessione di mercato e che lo faccia da svincolato. L'argentino si aspettava che non si arrivasse alla scadenza del contratto e pertanto ogni giorno di trattativa in più aumenta le chance che possa davvero decidere di lasciare Barcellona e prendere in considerazione una tra le tante offerte giunte al suo entourage. E il fatto di giocare i quarti della Copa America con la sua Argentina (ed eventualmente anche semifinale e finale) senza la certezza di un contratto che lo tuteli in caso di infortunio di certo non va a favore del club catalano.

1.183 CONDIVISIONI
"Voglio rescindere il contratto": il documento con cui Messi chiese di andare via dal Barcellona
"Voglio rescindere il contratto": il documento con cui Messi chiese di andare via dal Barcellona
Una cessione avrebbe permesso al Barcellona di tenere Messi: Laporta lo dichiarò 'incedibile'
Una cessione avrebbe permesso al Barcellona di tenere Messi: Laporta lo dichiarò 'incedibile'
Maglia numero 10 ad Ansu Fati: il Barcellona ha scelto l'erede di Messi
Maglia numero 10 ad Ansu Fati: il Barcellona ha scelto l'erede di Messi
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni