Napoli-Barcellona non è a rischio rinvio per l'emergenza Coronavirus che ha colpito l'Italia. Il match valido per l'andata degli ottavi di finale di Champions League si disputerà regolarmente martedì sera alle ore 21. Come da prassi i calciatori della formazione blaugrana, al momento dell'arrivo all'aeroporto di Capodichino a Napoli sono stati sottoposti a controlli, con tanto di termometro laser e scanner.

Coronavirus, controlli a Napoli per i giocatori del Barcellona

La squadra e lo staff del Barcellona sono atterrati all'ora di pranzo all'aeroporto di Capodichino di Napoli. Il gruppo blaugrana che domani sera sarà impegnato al San Paolo contro il Napoli per l'andata degli ottavi di finale di Championa League, si è sottoposto ai controlli previsti dalle norme per il coronavirus relativi a tutti i voli internazionali. Termometro laser per controllare la temperatura corporea e scanner per Messi e compagni. Dopo i test di rito i catalani si sono diretti in autobus verso il centro di Napoli, per sistemarsi nell'hotel in via Medina. Qui hanno ricevuto una calorosa con accoglienza da parte di numerosi tifosi che hanno anche riservato cori per Leo Messi.

Napoli-Barcellona non è a rischio e si giocherà senza chiusure al pubblico

La sfida tra Napoli e Barcellona, primo round degli ottavi di finale di Champions League, si disputerà regolarmente al San Paolo. Scongiurato il rischio sospensione per l'emergenza Coronavirus, con la gara che sarà giocata senza chiusure ai tifosi. Lo stadio partenopeo potrà dunque vestire i panni del dodicesimo uomo in campo nel big match contro la corazzata blaugrana, per provare a spingere gli uomini di Gattuso all'impresa. Al contrario nella tre-giorni europea, sarà disputata a porte chiuse la partita tra Inter e Ludogorets, in programma giovedì allo Stadio Meazza di Milano.

tot. contagiati 101.739
30 marzo 1.648
tot. guariti 14.620
30 marzo 1.590
tot. deceduti 11.591
30 marzo 812