Andrea Pirlo è il nuovo allenatore della Juventus. Il club bianconero non ha perso tempo per trovare il sostituto di Maurizio Sarri, esonerato all'indomani del flop in Champions League contro il Lione costato l'eliminazione. La scelta di Andrea Agnelli è ricaduta sul "maestro" che è stato promosso  alla guida della prima squadra, dopo che pochi giorni fa era tornato in bianconero nelle vesti di tecnico della Juventus Under 23. L'ex centrocampista ha il contratto che gli permetterà di esordire con il botto da tecnico nel calcio che conta.

Andrea Pirlo allenatore della Juventus, è in sede per la firma sul contratto

Non ci sono più dubbi in casa Juventus. La scelta per il dopo Sarri è ricaduta su Andrea Pirlo. Soluzione interna dunque per il presidente Andrea Agnelli che pochi giorni fa aveva dato il bentornato al "Maestro" nelle vesti di guida tecnica dell'Under 23. L'ex centrocampista campione del mondo è arrivato nel pomeriggio a Torino e si è recato subito presso la sede del club campione d'Italia dove ha firmato il contratto che lo lega alla Juventus fino al 30 giugno 2022. Si chiude così un tormentone e un toto-allenatori durato solo poche ore.

Il presidente Andrea Agnelli ha stupito tutti. Il numero uno della Juventus che nel post-partita della sfida contro il Lione aveva aperto ad alcuni giorni di riflessione per decidere il futuro di Maurizio Sarri, ed eventuali ribaltoni, ha accelerato i tempi. Dopo il benservito all'allenatore toscano arrivato nel primo pomeriggio, e la conferma di Fabio Paratici nelle vesti di Chief Football Officer, la decisione di affidarsi ad un tecnico esordiente, ma molto amato dalla piazza come Andrea Pirlo. Una presa di posizione forte quella del patron bianconero, che ha convinto anche il resto della dirigenza. Per Pirlo si tratta in realtà di una prima volta e di un bel salto, visto che solo pochi giorni fa era stato ufficializzato alla guida della seconda squadra bianconera in Serie C dove avrebbe dovuto farsi le ossa.

Né Inzaghi, né le suggestive ipotesi Zidane, Mancini e Conte dunque per una Juventus che deve fare i conti anche con i tempi ristretti per l'inizio della prossima stagione. Ecco allora la volontà di puntare su Andrea Pirlo, che potrebbe dare una ventata di quel "rinnovato entusiasmo" richiesto da Agnelli. Una sfida intrigante per l'ex centrocampista: dopo 4 Scudetti, due Coppe Italia, due Supercoppe conquistate da calciatore in bianconero, potrebbe essere lui l'uomo giusto per tentare l'assalto alla Champions sfumata in campo nel 2015 contro il Barcellona.