La storia di Serge Ibaka, giocatore congolese ma dal passaporto spagnolo, è diventata un documentario (che dal 25 giugno sarà disponibile su Rakuten Tv). Il titolo dice tutto: "Anything is possible" in italiano: "Tutto è possibile". E racconta la storia di questo ragazzo che con grande determinazione è diventato un giocatore della NBA che ha vinto con i Toronto Raptors. Il documentario parte dal Congo, dove il trentenne atleta è nato, prosegue fino all'arrivo negli Stati Uniti. Ma una parte fondamentale è dedicata alla Fondazione benefica del cestista che ai ragazzi che segue dice sempre di credere nei propri sogni perché ‘Tutto è possibile'.

Tutto è possibile, il documentario dedicato a Serge Ibaka

In tutta Europa dal prossimo 25 giugno sarà disponibile (su Rakuten Tv) il documentario dal titolo ‘Anything is possibile', l'ultima produzione dedicata a una delle grandi stelle del basket mondiale: Serge Ibaka, giocatore dei Toronto Raptors con cui ha vinto la NBA un anno fa. La storia di Ibaka è molto particolare, è un campione a tutto tondo. Oltre a essere un grande giocatore, il cestista dal passaporto spagnolo invita tutti a credere nei propri sogni e a non mollare mai. Questi concetti li ha ripetuti all'infinito ai bambini e ai ragazzi che aiuta con la sua Fondazione, che opera in tutto il mondo.

Chi è Serge Ibaka

Classe 1989, Ibaka ha bruciato le tappe, in Europa, precisamente in Francia, dove è arrivato nel 2006 poi è finito in Spagna, un paio di stagioni in quel campionato, ha ottenuto anche il passaporto spagnolo, prima di raggiungere il paradiso del basket: la NBA. Sette stagioni con gli Oklahoma Thunder, una con gli Orlando Magic e ora sta vivendo la quarta annata con i Toronto Raptors. Ala grande, ottimo rimbalzista e un abile tiratore da ‘tre'. Lo scorso anno ha vinto il titolo NBA.