14.161 CONDIVISIONI
Olimpiadi Tokyo 2020
30 Luglio 2021
7:10

Tamberi vola in finale nel salto in alto alle Olimpiadi: Italia show nell’atletica leggera

L’Italia vola nell’atletica leggera alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Gli azzurri fanno il pieno di atleti qualificati alla fase successiva con ben 6 italiani al prossimo turno. Il più atteso era sicuramente Gianmarco Tamberi che non ha tradito le aspettative del popolo azzurro staccando il pass per la finale del salto in alto.
A cura di Fabrizio Rinelli
14.161 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Olimpiadi Tokyo 2020

Giornata più che positiva per l'Italia nell'esordio dell'atletica leggera alle Olimpiadi di Tokyo 2020. La classe regina dei Giochi ha visto subito gli azzurri protagonisti di una grande performance. Copertina speciale dedicata a Gianmarco Tamberi che ha conquistato la qualificazione per la finale olimpica del salto in alto. Dopo un piccolo errore iniziale, l'azzurro si è immediatamente riuscito a riscattare soltanto a 2,28. Tamberi non è stato il solo a brillare nella notte italiana dell'atletica leggera dato che sono passati in finale anche i siepisti Ahmed Abdelwahd e Ala Zoghlami così come Anna Bongiorni che è stata a dir poco stupefacente in gara accedendo alla semifinale dei 100 metri.

Semifinali anche per Alessandro Sibilio nei 400 ostacoli ed Elena Bellò negli 800 metri. Una grande soddisfazione per l'Italia che guarda così con grande speranza alle fasi finali dell'atletica leggera nonostante qualche rimpianto di troppo da parte dello stesso Gianmarco Tamberi che al termine della gara non ha nascosto la sua delusione per la sua performance che si aspettava potesse essere decisamente migliore. "Mamma mia che schifo" ha gridato proprio all'ultimo salto delle qualifiche quando il 2.28 gli ha spalancato le porte della finale. Tamberi ha parlato soprattutto delle tante difficoltà avute per arrivare a questi Giochi.

Le parole di Gianmarco Tamberi: "Ho atteso questo momento da 5 anni"

"Sono stati tutti salti brutti, ma l'importante era arrivare in finale" ha detto a Raisport il campione azzurro subito dopo aver avuto la certezza della qualificazione alla finale di salto in alto delle Olimpiadi di Tokyo. Lui che aspetta queste Olimpiadi da 5 anni. Era il 15 luglio, a Monaco, quando nella nonna tappa della Diamond League, Tamberi si fa male a una caviglia e deve dire addio a Rio 2016 prima e a Tokyo 2020 dopo a causa della pandemia che ha rinviato i Giochi di un anno.

"Questa finale l'aspettavo da troppo tempo – ha detto al termine della gara – Ho atteso cinque anni e non vedevo l'ora di fare questa finale e adesso il sogno di è trasformato in obiettivo". Tamberi è consapevole però che dovrà migliorarsi molto: "Non è stata una bella gara: dopo un ottimo riscaldamento, ho dovuto cambiare i chiodi delle scarpe – ha aggiunto –Devo trovare il salto giusto per sbloccarmi, e allora domenica sarà un giorno magico". 

Tamberi ha sottolineato le grandi difficoltà per arrivare a raggiungere queste Olimpiadi: "L‘avvicinamento ai Giochi è stato terribile, l'opposto di quello che mi aspettavo – ha aggiunto Gimbo – Non ho saltato bene neppure oggi ma non importa: conta solo farlo dopodomani". Niente di stravagante da aspettarsi sul look in questa finale: "Niente capelli tinti altrimenti Chiara non mi sposa più – scherza Tamberi – Forse se me la sento me li raso a metà".

14.161 CONDIVISIONI
466 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni