Olimpiadi Tokyo 2020
23 Luglio 2021
7:37

San An ha stabilito il primo record alle Olimpiadi di Tokyo 2020: battuto primato di Atlanta 1996

L’arciera sudcoreano San An ha stabilito un nuovo record nel ranking round di tiro con l’arco terminando la sessione con 680 punti, punteggio che le han permesso di battere il record che l’ucraina Lina Herasymenko deteneva dai Giochi di Atlanta del 1996. Le eliminatorie non sono andate benissimo per l’Italia: ottima prestazione della Rebagliati.
A cura di Vito Lamorte
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Olimpiadi Tokyo 2020

Prima che le Olimpiadi di Tokyo 2020 abbiano inizio ufficialmente con la cerimonia di apertura, due record olimpici sono già caduti nel ranking round di tiro con l'arco. Gli arcieri sudcoreani sono stati i protagonisti di entrambi i primati, poiché hanno raggiunto un nuovo record di squadra e San An ha battuto il record olimpico nelle qualificazioni. L'arciera sudcoreana ha ottenuto il primo record olimpico dei Giochi di Tokyo 2020 riuscendo a totalizzare un punteggio di 680 nel turno di qualificazione di tiro con l'arco: San An, sesta ai campionati asiatici, ha superato i 673 punti che l'ucraina Lina Herasymenko aveva messo a referto ai Giochi di Atlanta del 1996. Grazie al miglior punteggio individuale, An rappresenterà la Corea del Sud nell'evento a squadre miste sabato: San An farà coppia con il miglior arciere sudcoreano, da stabilire nel girone eliminatorio maschile previsto per il prossimo venerdì.

Le prime tre arciere classificati in questo round eliminatorio sono state le atlete della Corea del Sud: oltre alla già citata An, ci sono Minhee Jang (677) e Chaeyoung Kang (675). Nel frattempo, la Corea del Sud ha chiuso con 2.032 punti e questo punteggio le ha permesso di battere di 28 punti il record stabilito a Pechino 2008 dalla stessa nazionale asiatica.

Le atlete italiane. Chiara Rebagliati ha firmato il suo record personale (658 punti) al debutto olimpico e questo punteggio le ha permesso di chiudere in decima posizione mentre Lucilla Boari ha chiuso il ranking round al 23° posto (651 punti). Non buona la prestazione di Tatiana Andreoli, che si è piazzata al 52° posto. L'Italia troverà la Gran Bretagna agli ottavi di finale e rischiano di affrontare proprio le coreane ai quarti: le azzurre hanno chiuso le qualificazioni in ottava posizione a quota 1936 punti, ad una sola lunghezza dal settimo posto che avrebbe permesso di andare nella metà del tabellone opposta rispetto alla Corea del Sud. Purtroppo il terzetto tricolore se la dovrà vedere con la corazzata coreana in un ipotetico quarto di finale.

466 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni