21.437 CONDIVISIONI
Olimpiadi Tokyo 2020
26 Luglio 2021
15:41

“Orgoglioso di essere gay e campione olimpico”: il potente messaggio dal podio delle Olimpiadi

Il tuffatore inglese Tom Daley ha vinto la sua prima medaglia d’oro alle Olimpiadi, insieme a Matty Lee, nella piattaforma sincronizzata maschile di 10 metri e subito dopo il suo trionfo ha lanciato un messaggio importantissimo per le lotte della comunità LGBT : “Mi sento incredibilmente orgoglioso di dire che sono un uomo gay e anche un campione olimpico. Quando ero più giovane non pensavo che avrei mai ottenuto nulla”.
A cura di Vito Lamorte
21.437 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Olimpiadi Tokyo 2020

"Mi sento incredibilmente orgoglioso di dire che sono un uomo gay e anche un campione olimpico. Quando ero più giovane non pensavo che avrei mai ottenuto nulla. Essere un campione olimpico dimostra che chiunque può ottenere qualsiasi cosa". Tom Daley era ancora bagnato dopo la vittoria dell'oro olimpico, vinto con il suo compagno di tuffi Matty Lee, e ha voluto mandare un messaggio di sostegno alle lotte della comunità LGBT di tutto il mondo. Lo ha fatto dal gradino più alto del podio delle Olimpiadi di Tokyo 2020 e ha voluto lanciare l'ennesimo segnale su questo tema, che in questi giorni è argomento di dibattito in diverse nazioni. Daley e Lee sono stati autori di una prestazione straordinaria nella piattaforma sincronizzata dei 10 metri e hanno strappato la medaglia d'oro per un punto alla coppia cinese Cao Yuan e Chen Aisen. Dopo la vittoria Daley ha detto: “Essere un campione olimpico dopo quattro tentativi è estremamente speciale. Vuoi vincere una medaglia d’oro olimpica ma non pensi mai che lo farai davvero. Andrò avanti ma mi prenderò sicuramente una pausa. Ci sono alcune bevande con il mio nome sopra per festeggiare con mio marito e la mia famiglia”.

Per il 27enne di Plymouth è la terza medaglia olimpica dopo quelle di bronzo a Londra e a Rio, ma è la prima d'oro e arriva dopo un periodo molto felice: si è appena sposato con il produttore cinematografico Dustin Lance Black ed è appena nato il figlio Robbie. Nell'entusiasmo della vittoria, Daley ha parlato con sorprendente chiarezza delle pressioni che ha dovuto affrontare nel corso di una vita vissuta sotto uno sguardo pubblico unico.

Tom Daley ha parlato di quello che ha vissuto in questi anni, raccontando come la sua dichiarazione di omosessualità nel 2013 lo abbia messo in difficoltà e lo abbia fatto spesso sentire "solo e diverso" rispetto a ciò che la società voleva che lui fosse: "Spero che qualsiasi giovane LGBT là fuori possa vedere che non importa quanto ti senti solo, non sei solo. Puoi ottenere qualsiasi cosa".

Daley ha condiviso questo messaggio con i media di entrambe le nazioni delle altre due coppie medagliate, ovvero la Russia e la Cina, dove il matrimonio tra persone dello stesso sesso non è legale. Un giornalista cinese ha chiesto a Daley di suo figlio e lui ha risposto così: "È stato il viaggio più incredibile e che mi ha cambiato la vita e non vedo l'ora di andare a vedere loro, mio ​​marito e mio figlio, per dar loro un grande abbraccio e poter festeggiare in questo incredibile viaggio che è stato". Un messaggio straordinario dal podio dell'evento sportivo più importante del mondo.

21.437 CONDIVISIONI
466 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni