32.696 CONDIVISIONI
Olimpiadi Tokyo 2020
17 Agosto 2021
13:45

Mette all’asta la medaglia olimpica per finanziare l’intervento al cuore di un bambino

Maria Andrejczyk, lanciatrice del giavellotto che alle Olimpiadi di Tokyo ha vinto l’argento si è resa protagonista di un bellissimo gesto mettendo all’asta la sua medaglia. Il tutto per una buona causa, ovvero finanziare una raccolta fondi per permettere le cure in America ad un bambino di 8 mesi.
A cura di Marco Beltrami
32.696 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Olimpiadi Tokyo 2020

Per un atleta la medaglia olimpica è il sogno della vita. Lo sa bene Maria Andrejczyk, lanciatrice del giavellotto che alle Olimpiadi di Tokyo ha vinto l'argento. Nessuno come la polacca può capire i sacrifici che ci sono dietro un risultato del genere, visto che oltre agli infortuni nella sua carriera ha dovuto fare i conti anche con una grave malattia. E nessuno come lei può capire come tutto passi in secondo piano, quando in ballo non c'è un titolo, ma la vita. Per questo la classe 1996 si è resa protagonista di un gesto meraviglioso, mettendo all'asta la sua medaglia d'argento per aiutare un bambino malato.

Maria Andrejczyk a Tokyo ha conquistato l'argento nella gara di lancio del giavellotto femminile, alle spalle della cinese Liu Shiying che ha sovvertito i pronostici. A distanza di alcuni giorni dalla conclusione dei Giochi Maria ha deciso sui social di partecipare ad una raccolta fondi molto speciale: la giavellottista ha messo all'asta la sua medaglia per contribuire a finanziare il delicato intervento al cuore di un bambino di soli 8 mesi. Miloszek, questo il nome del piccolo che ha bisogno di un'operazione specialistica presso l'ospedale di Stanford negli Stati Uniti.

Nel suo annuncio la Andrejczyk ha scritto: "Non mi ci è voluto molto per decidere, è stata la prima raccolta fondi a cui ho partecipato e sapevo che era quella giusta. Per lui metto all'asta la mia medaglia olimpica. Abbiamo anche il supporto di un altro ragazzo Kubus, che purtroppo non ce l'ha fatta: i genitori hanno deciso di inviare dei fondi raccolti per lui a Miłosz".

E sulla scia dell'entusiasmo per lo splendido gesto della giavellottista, sono stati raccolti circa 500mila zloty per la medaglia olimpica, ovvero circa 110mila euro. Una cifra che si aggiunge a quella complessiva delle donazioni che al momento fa registrare circa 1.5 milioni di zloty donati, ovvero 330mila euro. Una somma importante che è destinata ad aumentare ancora. E per la Andrejczyk questo gesto vale molto più di una medaglia olimpica.

32.696 CONDIVISIONI
466 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni