21 Settembre 2021
19:04

Manny Pacquiao dal ring alla politica, l’ex pugile si candida come presidente delle Filippine

Manny Pacquiao, uno dei più grandi pugili della storia, l’unico ad aver vinto il titolo mondiale in otto categorie diverso di peso, ha annunciato la sua candidatura alla presidenza delle Filippine. Pacquiao potrebbe sfidare Sara Duerte Carpio, la figlia dell’attuale capo di Stato Roberto Duerte.
A cura di Alessio Morra

Manny Pacquiao, uno dei più grandi all time del pugilato, dopo aver annunciato il ritiro  dall'attività ha deciso di candidarsi per la presidenza delle Filippine, le elezioni si terranno a giugno del 2022. Pacquiao è in politica dal 2007, anno in cui si candidò per la prima volta alla Camera dei Rappresentanti delle Filippine, dove venne eletto nel 2010. Adesso l'ex boxeur proverà a diventare il presidente delle Filippine: "Il momento è adesso, siamo pronti ad affrontare la sfida".

Pacquiao candidato per la presidenza delle Filippine

Pacquiao è sempre stato amatissimo nel suo paese, che si è sempre fermato quando lui combatteva per i titoli mondiali. Vincere non sarà semplice per l'ex pugile che lo scorso agosto ha disputato l'ultimo combattimento della sua carriera, perse contro il campione in carica dei pesi welter Yordenis Ugas. Dopo il ko disse: "Nel mio cuore voglio continuare a combattere, ma devo considerare anche il mio corpo". In quel momento si parlava già della possibilità della candidatura alla presidenza, poi è arrivata l'ufficialità. Pacquiao è stato nominato da una fazione rivale del presidente Duerte. Il presidente in carica non potrà ricandidarsi e al suo posto sembra voler scegliere la figlia Sara Duerte-Carpio. L'ex pugile è molto amato in patria, per la sua storia particolare, è sempre stato molto generoso con chi era in difficoltà nel suo paese. Vuole lottare contro la corruzione e contro la povertà: "Sono un combattente, e sarò sempre un combattente dentro e fuori dal ring. Abbiamo bisogno di progressi abbiamo bisogno di vincere contro la povertà, abbiamo bisogno che il governo serva il nostro popolo con integrità, compassione e trasparenza".

Pacquiao è uno dei pugili più forti di tutti i tempi, è stato il primo ed è l'unico a essere stato campione mondiale in otto differenti classi di peso, ha vinto dodici titoli mondiali, ed è stato il primo a vincere il campionato in cinque diverse categorie di peso.

È morto a 78 anni Bernard Tapie: il suo Marsiglia fece piangere il Milan in Coppa dei Campioni
È morto a 78 anni Bernard Tapie: il suo Marsiglia fece piangere il Milan in Coppa dei Campioni
Ammutinamento nel Napoli, Ancelotti testimonia per Allan: non udì le offese al vice presidente
Ammutinamento nel Napoli, Ancelotti testimonia per Allan: non udì le offese al vice presidente
A Benzema il Pallone d'Oro 2021, parola di Ronaldo: "Nessuno come lui da 10 anni"
A Benzema il Pallone d'Oro 2021, parola di Ronaldo: "Nessuno come lui da 10 anni"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni