21.912 CONDIVISIONI
Paralimpiadi
28 Agosto 2021
13:31

Bebe Vio è d’oro nel fioretto alle Paralimpiadi di Tokyo: battuta la cinese Zhou in finale

Bebe Vio si conferma campionessa paralimpica nel fioretto femminile (categoria b). Medaglia d’oro anche alle Paralimpiadi di Tokyo 2020 come accaduto nel 2016 a Rio. E come avvenuto in quella circostanza anche questa volta la schermitrice azzurra ha battuto in finale la cinese Jingjing Zhou. Il punteggio nell’ultimo atto è stato di 15-9 in favore della 24enne veneta portabandiera per l’Italia in questi Giochi Paralimpici.
A cura di Michele Mazzeo
21.912 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Paralimpiadi

Bebe Vio si conferma campionessa paralimpica nel fioretto femminile (categoria b). Medaglia d'oro anche alle Paralimpiadi di Tokyo 2020 come accaduto nel 2016 a Rio. E come avvenuto in quella circostanza anche questa volta la schermitrice azzurra ha battuto in finale la cinese Jingjing Zhou. Il punteggio nell'ultimo atto è stato di 15-9 in favore della 24enne veneta portabandiera per l'Italia in questi Giochi Paralimpici.

La fuoriclasse azzurra conferma dunque il suo dominio nella specialità di cui è campionessa Mondiale e duo volte campionessa olimpica. Netto il suo percorso nel torneo paralimpico (sei successi su sei nei gironi, poi gli assalti senza storia nei quarti e in semifinale) concluso con una finale vinta, senza non poche difficoltà, contro la cinese Zhou sua principale avversaria a livello internazionale. La fiorettista classe '97 non si è però lasciata sopraffare dal peso delle aspettative confermando i pronostici che la vedevano come la grande favorita della manifestazione.

Tutte le emozioni sono state sfogate solo dopo la stoccata finale quando, toltasi la maschera, l’atleta si è lasciata andare a un momento di gioia con i membri del suo staff tra lacrime e risate, prima di alzarsi dalla carrozzina e correre verso la tribuna per festeggiare il fantastico successo. Le Paralimpiadi di Tokyo 2020 per Bebe Vio non sono però ancora finite: domani infatti la 24enne di Mogliano Veneto dovrà affrontare la missione più difficile, cioè  provare a trascinare anche la squadra di fioretto femminile all’oro dopo essersi fermata in semifinale cinque anni prima a Rio nell'ultima Paralimpiade.

21.912 CONDIVISIONI
49 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni