Alex Zanardi nella giornata di lunedì è stato operato per la terza volta all'ospedale di Siena. Il campione resta sedato e il quadro neurologico resta sempre, purtroppo, molto grave. L'ex pilota è in coma farmacologico ed è ricoverato in terapia intensiva. I bollettini dei medici, in assenza di significative novità sulle condizioni di salute di Zanardi, restano sospesi. La decisione era stata presa, giorni fa, di comune accordo dalla famiglia dell'atleta e dai medici.

Come sta Zanardi: le ultime notizie

Le condizioni di Zanardi sono sempre stabili, ma gravi. L'atleta bolognese resta ancora in coma farmacologico ed è ricoverato in terapia intensiva all'ospedale ‘Le Scotte' di Siena. Lunedì è stato sottoposto a un intervento maxillo-facciale e neurochirurgico. I medici hanno deciso di operarlo per la ricostruzione cranio-facciale e la stabilizzazione delle zone interessate dal trauma riportato in seguito all'incidente dello scorso 19 giugno. L'ex pilota è sedato, ventilato meccanicamente e le sue condizioni cardio-respiratorie e metaboliche sono stabili. Nel complesso il suo quadro neurologico resta grave.

L'incidente di Zanardi e il risveglio dal coma farmacologico

L'ex pilota di Formula 1, che negli anni '90 vinse due titoli negli Stati Uniti, il 19 giugno durante la staffetta di ‘Obiettivo Tricolore' ha subito un terribile incidente, il suo handbike si è scontrato con un camion, che giungeva dalla corsia opposta. E da quel momento Zanardi sta lottando per la sua vita. Immediatamente operato è stato posto in coma farmacologico, i medici dopo averlo sottoposto altre due volte a un intervento stanno pensando di risvegliarlo, ma ci vuole estrema cautela. La prognosi di Zanardi resta riservata, perché le condizioni dell'atleta sono sì stabili ma restano, purtroppo sempre, molto gravi.