video suggerito
video suggerito
Elezioni in Francia 2024

RaiNews 24 non apre con le elezioni in Francia, polemica del Cdr: “Siamo indignati”

La serata delle elezioni legislative in Francia, con la vittoria a sorpresa del NFP, non è stata la notizia d’apertura dell’edizione delle 22 di RaiNews24. La rappresentanza sindacale dei giornalisti protesta.
68 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

La serata delle elezioni legislative in Francia, con la vittoria a sorpresa del NFP, non è stata la notizia d'apertura dell'edizione delle 22 di RaiNews24. Il cdr scrive una nota d'indignazione: "Mentre altri canali di informazione sono in diretta no stop, il canale all news del servizio pubblico decide di aprire alle 22 sul festival Città Identitarie". La rappresentanza sindacale dei giornalisti punta il dito sulle scelte del direttore Paolo Petrecca: "RaiNews24 non aveva mai toccato il fondo in questo modo, mai aveva abdicato così alla sua missione informativa in occasione di un appuntamento elettorale così importante". 

La nota del Cdr

"Un tempo",  prosegue la nota, "la nostra testata metteva in campo tutte le risorse per garantire un servizio impeccabile all'utenza, in occasioni simili. Chiediamo al direttore come sia possibile prevedere un approfondimento diverso quando tutte le tv del Continente hanno gli occhi puntati sulle elezioni d'Oltralpe. Verrebbe da pensare che alla debacle della destra il direttore preferisca non dedicare troppo spazio. Petrecca ritiene opportuno, in una serata come questa, dare spazio a un evento non scevro da interessi e legami personali. Una scelta che qualifica la deriva che ha preso da tempo la testata e perla quale ci sentiamo indignati". L'UsigRai:

Siamo di fronte, da tempo, a una significativa riduzione degli spazi di informazione, tradizionalmente gestiti dalle testate giornalistiche del Servizio Pubblico; anche da questa scelta sta passando un cambio di narrazione che danneggia la Rai e i cittadini.

I giornalisti di RaiNews24 avevano già espresso indignazione, protestando con la gestione della testata all news del servizio pubblico. In occasione della pubblicazione delle recentissime inchieste di Fanpage.it, i giornalisti avevano rilasciato un comunicato nel quale si sottolineava la gravità di aver scelto di non parlare di Gioventù meloniana realizzata dal team Backstair del giornale: "Il cdr ritiene grave e deprecabile che dopo oltre quattro giorni la direzione di Rainews24 non abbia dato copertura all'inchiesta di Fanpage sul movimento giovanile di Fratelli d'Italia".

Le reazioni della politica

Peppe De Cristofaro, presidente del gruppo Misto di palazzo Madama, componente della commissione di Vigilanza Rai e capogruppo dell'Alleanza Verdi e Sinistra, afferma: "TeleMeloni ha toccato il fondo. Ieri sera mentre tutti i Tg nazionali, europei e mondiali titolavano e aprivano i loro telegiornali con i risultati delle elezioni francesi con dirette, approfondimenti e interviste, il direttore di Rainews24, Paolo Petrecca, decide di aprire il Tg delle 22 non con la notizia del giorno, ma con un Festival dal titolo che è già un programma ‘Città Identitarie' ideato da Edoardo Sylos Labini. […] Petrecca mette da parte la notizia del giorno per mandare in onda un evento targato destra meloniana. Un bell'esempio di servizio pubblico che fa il paio con la censura sull'inchiesta di Fanpage sulla gioventù di Fratelli d'Italia di pochi giorni fa. Noi ormai lo diciamo da troppo tempo, Petrecca non può fare il direttore del canale all news della Rai. Per il direttore di Rainews24 non si deve disturbare il manovratore e ha trasformato il canale no-stop nell'organo di Palazzo Chigi e di Fratelli d'Italia. La commissione parlamentare di vigilanza lo convochi dopo questo ennesimo caso di giornalismo di parte". 

68 CONDIVISIONI
27 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views