Festival di Sanremo 2022
1 Febbraio 2022
21:50

Il testo e il significato di Insuperabile, la canzone di Rkomi a Sanremo 2022

All’esordio al Festival di Sanremo, Rkomi si presenta con il brano “Insuperabile” da favorito, dopo aver vinto il disco più venduto del 2021 con “Taxi Driver”. Ecco il testo, il significato e il video della canzone.
A cura di Vincenzo Nasto
Foto di: @rkomi Instagram
Foto di: @rkomi Instagram
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Festival di Sanremo 2022

Sul palco sarà uno dei favoriti della manifestazione, arrivando alla 72° edizione del Festival di Sanremo con l'album più venduto del 2021: "Taxi Driver". All'esordio al Festival di Sanremo Rkomi si presenta con il singolo "Insuperabile". Come nel fortunato progetto che ha raccolto oltre dodici certificazioni di platino per i singoli, Rkomi ha deciso di puntare a metà tra sonorità rock e autotune, un effetto che potrebbe sconvolgere il pubblico di riferimento di Rai 1, a cui il nome potrebbe essere ancora sconosciuto. Al suo fianco nella scrittura troviamo Alessandro La Cava, autore negli ultimi anni di talenti generazionali come Sangiovanni, anche lui protagonista nella prossima edizione del Festival.

Il testo di Insuperabile

L'amore per me è elettricità
Sto immergendomi nella corrente, le tue lentiggini
Uno ogni due sono come scalini che portano nell'Olimpo
In un mantello di nuvole bianche, cosa mi hai fatto
L'amore per me è quel lasso di tempo
Il messaggio sulle tue labbra
Era come un semaforo, Taxi Driver
Ci vorrebbe piuttosto un aereo
Non qualcuno che mi dica fermo, per andare nell'Olimpo
In un mantello di nuvole bianche
Cosa mi hai fatto
L'amore per me è quel lasso di tempo
In cui ci sentiamo da soli
Percepisco sangue freddo nelle mie vene
A cento ottantamila giri su una coupé
Due molotov in fiamme nella corrente
Ti stringo i fianchi, amore sei te
L'ultima curva, insuperabile
Insuperabile, insuperabile
Le sabbie sono diventate rosse
Abbiamo rovinato anche il cognome dei nostri
Siamo una sconfitta perfetta bambina
Il tempo che passa scoppia la clessidra
Paralizzanti sguardi su cui mi rifletto
Il respiro irregolare nello stesso letto
In cui ci sentiamo da soli

Percepisco sangue freddo nelle mie vene
A cento ottantamila giri su una coupé
Due molotov in fiamme nella corrente
Ti stringo i fianchi, amore sei te
L'ultima curva, insuperabile
Insuperabile, insuperabile
In bilico su un filo spinato, amo il pericolo
Ed io che mi ostino a starci sopra
Baci rubati, respiro gasolio
Sentimi il polso

Percepisco sangue freddo nelle mie vene
A cento ottantamila giri su una coupé
Due molotov in fiamme nella corrente
Ti stringo i fianchi, amore sei te
L'ultima curva, insuperabile
Insuperabile, insuperabile

Il significato di Insuperabile

Dopo "Dove gli occhi non arrivano" e "Taxi Driver" era impossibile aspettarsi un Rkomi diverso alla sua prima apparizione al Festival di Sanremo. Più lontano dalle sonorità rap che lo hanno influenzato nei primi anni di carriera, Rkomi presenta il suo brano che ruota attorno alle chitarre, una dimensione rock che il cantante di Calvairate aveva raggiunto anche in "Taxi Driver". Il linguaggio, le sue immagini che vengono trasportate dalla penna su un foglio, invece sono il tratto identitario che differenzia Rkomi dagli altri artisti presenti nella competizione, un rinnovato pop che si allontana dalla caratterizzazione musicale, ma si concentra sulla scrittura. Il brano d'amore, gli eccessi e le sensazioni d'euforia: tutto si ritrova nella lettura di Rkomi, che nel ritornello gioca sul concetto di velocità e morte, dell'ultimo istante prima della fine.

569 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni