Festival di Sanremo 2023
13 Giugno 2022
13:15

Il regolamento di Sanremo 2023, le serate, la giuria e il televoto: cosa cambia

È stato reso noto, con largo anticipo, il regolamento del Festival di Sanremo 2023 che si terrà dal 7 all’11 febbraio. Confermati i 25 Big in gara, tra cui i 3 finalisti di Sanremo Giovani.
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Festival di Sanremo 2023

Nonostante manchi ancora molto, Amadeus ha reso noto il regolamento del 73° Festival della Canzone Italiana, il suo quarto nelle vesti di direttore artistico e di conduttore. Come ha spiegato il conduttore, la scelta di comunicare in anticipo il regolamento è in linea con l'obiettivo di essere in costante colloquio con tutto il mondo musicale: "L’obiettivo è avere a disposizione un tempo di preparazione più lungo per trasferire dal palco dell’Ariston nelle case dei telespettatori un racconto emozionante della musica italiana di oggi, dando voce ai nuovi talenti e agli artisti già affermati. Il cast, anche in base alle proposte musicali che mi arriveranno sarà scelto, come sempre, dando peso al valore delle canzoni e alla loro potenzialità rispetto al mercato, con una particolare attenzione al loro ‘appeal radiofonico". Non ci sono grandi novità nel regolamento, considerato il successo della precedente edizione, ma i 3 cantanti che arrivano da Sanremo Giovani dovranno presentarsi con una canzone differente rispetto a quello proposto a settembre. Questa l'unica novità.

Il regolamento di Sanremo 2023

Il Festival di Sanremo 2023 andrà in onda dal 7 all'11 febbraio. Resta confermato il numero dei campioni in gara che saranno in tutto 25, inclusi i 3 finalisti che accedono alla kermesse tramite Sanremo Giovani. I cantanti di Sanremo Giovani dovranno partecipare con un brano diverso rispetto a quello proposto a settembre. Come sempre, anche per Sanremo 2023 la quarta serata sarà dedicata alle Cover che mantengono l'impianto dell'anno precedente: gli artisti in gara dovranno infatti scegliere una canzone in un repertorio che va dal 1° gennaio 1960 al 31 dicembre 1999, reinterpretandola insieme a un ospite, che dovrà essere approvato dalla Direzione Artistica. La canzone più votata sarà premiata con un riconoscimento speciale.

La giuria e il televoto

Come cambia il sistema di voto per Sanremo 2023? Le canzoni in gara saranno giudicate dal pubblico a casa attraverso il consolidato sistema del Televoto (si può votare sia da telefono fisso sia da telefono mobile), dalla Giuria della Sala Stampa, Tv, Radio e Web (150 rappresentanti accreditati al Festival) e dalla Giuria Demoscopica (300 componenti). Nella prima e nella seconda serata sarà proprio la giuria della sala stampa, tv, radio e web che effettuerà la votazione, dividendosi in tre componenti autonome: un terzo per tv e carta stampata, un terzo per quella radio e un terzo per la giuria web. Nella terza serata il voto sarà affidato per il 50% al televoto e per l'altro 50% alla giuria demoscopica.

Nella quarta serata, la votazione sarà divisa in tre parti: il 34% al televoto, il 33% alla giuria sala stampa, tv, radio, web e il 33% alla giuria demoscopica, mentre nella quinta serata i 25 campioni saranno giudicati solo dal televoto che andrà a sommarsi alle precedenti classifiche. Al termine della quinta serata per decretare il vincitore del 73° Festival di Sanremo tra i 3 finalisti, ci sarà una nuova votazione da parte di televoto, giuria sala stampa, tv, radio, web e giuria demoscopica.

47 contenuti su questa storia
Francesca Fagnani:
Francesca Fagnani: "A Sanremo con le scarpe da ginnastica sotto l'abito da sera"
Alessia Lanza:
Alessia Lanza: "Sogno un invito al Festival di Sanremo 2023, ne sarei onorata"
Sanremo 2023, il festival degli esclusi: i nomi dei Big che non ce l'hanno fatta
Sanremo 2023, il festival degli esclusi: i nomi dei Big che non ce l'hanno fatta
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni