video suggerito
video suggerito
Festival di Sanremo 2025

Il Festival di Sanremo 2025 rischia il rinvio: ecco cosa sta succedendo

Il Festival di Sanremo 2025 rischia il rinvio a causa delle partite della Coppa Italia: sono attive interlocuzioni informali tra la Rai e la Lega Calcio per cercare soluzioni.
1.671 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Il Festival di Sanremo 2025 potrebbe slittare. Una clamorosa indiscrezione lasciata trapelare da TvBlog che metterebbe in seri guai l'organizzazione del nuovo Festival di Carlo Conti. Una partenza subito in salita per il conduttore fiorentino che, a differenza di quanto annunciato in precedenza, si ritroverebbe costretto a spostare la settimana della kermesse a causa del mondo del calcio. Se l'indiscrezione venisse confermata, sarebbe qualcosa di clamoroso e unico nella storia di Sanremo. Ecco cosa sta succedendo.

Perché il Festival di Sanremo 2025 può essere rinviato

Il Festival di Sanremo 2025 si svolgerà da martedì 4 a sabato 8 febbraio, come è stato annunciato da Walter Vacchino, direttore del Teatro Ariston, nella conferenza stampa di presentazione della prossima stagione teatrale. In quelle giornate, però, sarebbero previste le partite di Coppa Italia su Mediaset: i quarti di finale della competizione. Partite di cartello, insomma, che andrebbero a detrimento dell'attenzione dell'evento più importante d'Italia e viceversa. Sarebbe stato proprio l'amministratore delegato Roberto Sergio a far notare alla task Sanremo della concomitanza della Coppa Italia nella settimana del Festival. Si sarebbero persino già attivate "interlocuzioni informali", scrive TvBlog, tra l'azienda del servizio pubblico e i vertici della Lega calcio per uscire dall'impasse.

Le nuove date possibili del Festival di Sanremo

Sarà difficile, anzi impossibile, rinviare le date previste per la Coppa Italia. L'ipotesi più probabile al momento, quindi, è rinviare il Festival di Sanremo 2025 di una settimana. Il Festival di Sanremo 2025 potrebbe svolgersi dall'11 al 15 febbraio, tenendo ferma questa ipotesi. Resta in piedi anche la possibilità che resti tutto com'è, ma i due grandi eventi si ritroverebbero a pestarsi i piedi. Ne risulterebbero penalizzate sia la Rai sia Mediaset.

1.671 CONDIVISIONI
15 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views