"Saremo criminali, spacciatori, delinquenti, ma anche noi abbiamo sentimenti. Un cane non può avere alcuna colpa e quello che è successo dispiace pure a noi. Magari avete pensato che avessimo stappato una bottiglia ma non è così. Ciao Agenti, Buona Caccia. Ciao Rocky". Questo il testo di un biglietto trovato da un poliziotto a Thiene, in provincia di Vicenza, nell’area ex Nordera, vicino al garage del comando di polizia locale Nordest Vicentino. Rocky era un pastore tedesco di appena tre anni in ‘servizio’ al Consorzio di polizia locale, morto qualche giorno fa per una torsione alla stomaco, una sindrome piuttosto comune nelle razze canine di media e grande taglia.

È evidente che la scomparsa di Rocky e ha rattristato non solo gli agenti di polizia locale ed i numerosi ammiratori del pastore tedesco, ma anche coloro che erano i destinatari dei suoi controlli. A raccontare la vicenda è l’ edizione veneta de ‘Il Corriere della Sera’. A firma del biglietto è stato apposto un sacchettino contenente marijuana e hashish, quale attestazione di “garanzia” sulla provenienza e originalità del biglietto di saluto.