Stuart Hutchison e il suo bulldog Nero erano una coppia inseparabile. Il primo, malato di cancro dal 2011; il secondo, invece, era innamorato di lui alla follia. I due sono stati talmente uniti in vita che quando Stuart ha perso la sua battaglia contro il tumore Nero dopo 15 minuti l'ha seguito nel suo triste destino. Il ragazzo combatteva contro il tumore fin dall’adolescenza, era stato sottoposto a svariati interventi chirurgici, interminabili cicli di chemioterapia ed era ricaduto due volte, nel 2014 e nel 2018, finché il cancro non si è talmente esteso da impedirgli di vivere.

Dopo aver scoperto che le metastasi avevano raggiunto il cervello intaccando persino le ossa, consapevole della sua fine imminente, Stuart aveva deciso di tornare a vivere nella casa dei genitori, dov’era nato. La moglie Danielle trascorreva il suo tempo divisa fra le due abitazioni, quella coniugale e quella dei suoceri. Il giorno del decesso, il padre della donna si è recato nella loro casa per recuperare gli occhiali della figlia mentre lei assisteva il marito morente, e proprio allora si è accorto che Nero, il bulldog di Stuart, stava male. Il cane è stato subito portato dal veterinario che gli ha diagnosticato una rottura della colonna vertebrale. Una quindicina di minuti dopo il decesso del suo proprietario, anche Nero è morto.

La madre di Stuart, Fiona Conaghan, ha comunicato la morte del figlio e del suo amatissimo Nero su facebook: “È con il cuore spezzato che vi faccio sapere che il nostro amatissimo eroe Stuart Hutchison è morto oggi pacificamente circondato dalla sua famiglia e tra le braccia della sua amatissima moglie Danielle… Purtroppo quasi nello stesso momento in cui Stuart è morto anche il suo fedele amico a 4 zampe Nero è morto… insieme per sempre".