18 Giugno 2016
10:46

Russia, fugge robot: ritrovato in mezzo al traffico

La sua “missione” era scoprire ambienti sempre nuovi. Un ingegnere ha dimenticato la porta del laboratorio aperta e lui ha deciso di cominciare la sua esplorazione.
A cura di Danilo Massa

L'intelligenza artificiale che si ribella all'uomo è stata individuata tra le cause più probabili dell'apocalisse non solo da un gruppo di fantasiosi catastrofisti, ma anche dal CSER, il centro studi che ha tra i suoi fondatori Stephen Hawking. Per fortuna Promobot, il robot dall'aspetto inoffensivo "fuggito" da un laboratorio russo, non aveva intenzione di sottomettere l'umanità, se non altro perché – prima di spegnersi – era impegnato ad orientarsi nel traffico di Perm'. È in questa città orientale della Russia europea che l'automa è stato ritrovato in mezzo ad una carreggiata, quando le sue batterie lo hanno abbandonato, lasciando che la sua carcassa ostruisse il traffico.

Promobot ha un "corpo" bianco sulle cui spalle squadrate monta non una testa, ma un display. Il suo "obiettivo" era scoprire ambienti sempre nuovi, così come ha imparato dal software che l'azienda produttrice gli ha caricato nella dura corteccia del suo hardware. Lui ha eseguito e, complice un ingegnere che ha lasciato la porta del laboratorio aperta, è andato via costringendo il personale a 40 minuti di lavoro per ritrovarlo. Il robot sarà presentato al pubblico a settembre con il nome di V3 e i tempi ridotti per la sua commercializzazione insinuano il sospetto che più che un incidente, la fuga di Promobot sia stata in realtà un'iniziativa pubblicitaria.

In realtà Filippo Cavallo, esperto di robotica presso l'Istituto di Biorobotica della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, osserva all'Ansa che l'evento in realtà è spiacevole, perché vuol dire che il robot non era stato programmato in modo corretto: "Chi ha programmato l'esperimento avrebbe dovuto dare al robot un'area di operazioni definita, con un limite massimo all'interno del quale muoversi e da non superare. Il robot avrebbe anche dovuto tener conto dell'autonomia delle sue batterie e non allontanarsi dal punto di recupero". Insomma, difficile inquadrare la fuga verso la libertà in una strategia di marketing che ambisca ad essere vincente.

La Finlandia dice di essere pronta a una guerra contro la Russia
La Finlandia dice di essere pronta a una guerra contro la Russia
Ritrovato in un burrone il cadavere di Giovanni Iannaciti: era scomparso da una casa di riposo
Ritrovato in un burrone il cadavere di Giovanni Iannaciti: era scomparso da una casa di riposo
La Russia sta esportando più petrolio oggi di quanto ne esportava all'inizio della guerra
La Russia sta esportando più petrolio oggi di quanto ne esportava all'inizio della guerra
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni