Avevano deciso di trascorrere una serata insieme per fare baldoria in casa bevendo un po' di vino ma entrambe hanno esagerato e si sono addormentiate profondamente. Quello che poteva essere un episodio da raccontare con sorriso agli amici in realtà dopo qualche ora si è trasformato in una orribile violenza sessuale. Una delle due amiche infatti si è ripresa e, ancora sotto l'effetto dell'alcol, ha approfittato dello stato di incoscienza dell'altra ragazza e l'ha stuprata con un sex toy. È la terribile storia che arriva da Broxburn, nella Scozia meridionale, dove la donna responsabile dell'accaduto, la 26enne Hayley McConnell, è stata arrestata, processata e condannata a 16 mesi di carcere. A denunciare, anche se indirettamente , quanto accaduto è stata la stessa giovane. Dopo l'episodio infatti la donna ha mandato un messaggio alla sua amica, confessando: "Ti ho toccato e ho usato un dildo su di te ma ora mi sento male".

La donna ha ammesso di aver toccato nelle parti intime la sua amica mentre questa dormiva e di averla penetrata sessualmente con un giocattolo sessuale. Ha detto alla polizia che aveva trovato un sex toy appartenente alla vittima sotto il cuscino e ha deciso di usarlo. Quando la vittima si è svegliata si è ritrovata seminuda e con le parti intime doloranti. Ha chiesto spiegazioni alla 26enne via telefono e lei ha ammesso tutto. "Giuro su Dio che non ho idea del motivo per cui l'ho fatto" ha sottolineato successivamente la ventiseienne che è scoppiata in lacrime quando il tribunale di Livingston l'ha condannata imponendole anche l'iscrizione nel registro dei detenuti sessuali per 10 anni.