Da alcuni giorni non si sentiva bene, stava male e mostrava i tipici segni di un’influenza stagionale per questo i genitori non si erano preoccupati e la stavano curando in casa ma in realtà la piccola era stata colpita da una infezione letale che l’ha portata via a soli due anni. È la tragedia che è costata la vita alla piccola Eliza Woods, una bambina britannica morta sabato scorso a soli due anni per una sepsi che si ritiene fosse correlata a un'infezione bronchiale. Il dramma si è consumato in pochissime ore, la piccola era a casa e stava giocando con i mattoncini delle costruzioni quando si è sentita male ed è stata portata di corsa all'ospedale Vale of Leven ad Alexandria, nel Dunbartonshire occidentale, in Scozia. Nonostante i tentativi di salvarla, purtroppo per la piccola non c’è stato nulla da fare: è morta poche ore dopo per una infezione che si è rivelata letale.

“Nostra figlia Eliza giocava a casa felice e poche ore dopo è morta” hanno dichiarato i genitori Mike e Jodie, sconvolti dall’accaduto ma anche dal pensiero di non aver fatto tutto il possibile per salvarla. I loro bambini più grandi, di quattro e sei anni, pochi giorni prima si erano ammalati ed erano guariti normalmente, per questo padre e madre non si erano impensieriti per la piccola che aveva la febbre alta e pensavano fosse vittima dello stesso virus influenzale. L’avevano tenuta sotto controllo con farmaci da banco anche perché continuava a mangiare

“Siamo genitori istruiti ed esperti, abbiamo avuto quattro figli, siamo entrambi addestrati in pronto soccorso pediatrico, conosciamo i segni. I nostri bambini hanno avuto diversi problemi di salute e ci siamo sempre occupati di loro ma non siamo riusciti a riconoscere il vero malessere che ha portato via la nostra bimba” hanno rivelato i genitori che ora sperano che la loro drammatica storia possa servire a salvare altre vite