Il corteggiamento di Silvio Berlusconi a Matteo Salvini non sembra avere fine, soprattutto da quando il leader della Lega ha strizzato l'occhio al centrodestra in ottica europea, rispondendo alle accuse del Movimento 5 Stelle ribattendo di vedere troppa sintonia tra i pentastellati e il Partito Democratico. Mentre continua lo scontro tra i partiti della maggioranza, praticamente su ogni tema, Berlusconi è tornato a parlare, dopo le dichiarazioni di qualche giorno fa, del futuro del centrodestra italiano. "Credo che Salvini si stia convincendo – ha spiegato il leader di Forza Italia a Mattino 5 – credo sia sulla buona strada per tornare con noi, sicuramente moltissimi dei suoi lo sono, questo lo sappiamo di sicuro". Mentre, secondo l'ex presidente del Consiglio, "Luigi Di Maio è un ragazzotto bravo nel parlare, ma dice cose sbagliate" e "Salvini pensa di averlo messo sotto, ma invece si è preso solo la sicurezza, tutto il resto lo hanno preso i 5 Stelle". Infatti, ha continuato il Cavaliere, a questo punto "Salvini sta pensando che andando avanti così lui e la Lega saranno corresponsabili di tutte le cose negative fatte dal Movimento 5 Stelle, che faranno del male agli italiani".

"Le norme prodotte dai grillini hanno fermato l'economia e gli investimenti, hanno aumentato la disoccupazione. Siamo isolati e siamo il malato d'Europa – ha spiegato Silvio Berlusconi – I 5 Stelle hanno le idee dei vecchi comunisti a cui aggiungono un dilettantismo assoluto". Inoltre, secondo l'ex presidente del Consiglio, i pentastellati "sono spinti dall'invidia sociale e attaccano anche i diritti di libertà dei cittadini, come hanno fatto togliendo la prescrizione". Se la Lega andrà avanti così, ha continuato a sottolineare il leader di Forza Italia, "diventerà responsabile – insieme ai grillini – di tutti gli errori che faranno danni all'Italia".