Ancora una beffa per il ministro degli Interni Matteo Salvini, ancora un brutto scherzo giocato da finti fan: l'episodio questa volta si è verificato a Fano, in provincia di Pesaro e Urbino, dove il leader della Lega, come è ormai sua abitudine, dopo il comizio si è fermato sotto il palco per soddisfare le richieste di giovani e meno giovani, che fanno la fila solo per avere una foto ricordo con lui. Due ragazze, come si vede nel video, si sono avvicinate al ministro e al momento della foto si sono baciate. E quasi contemporaneamente un ragazzo prova a dare un bacio al vicepremier leghista.

Non è la prima volta che succede: lo scorso 26 aprile due studentesse universitarie a Caltanissetta lo hanno sorpreso baciandosi accanto a lui. In quell'occasione le due ragazze sono state allontanate, e il vicepremier si è congedato dicendo: "Auguri e figli maschi". La protesta pacifica dei selfie è stata inaugurata da un ragazzo sardo, Valerio, studente del liceo classico di Orizei, che girando un video accanto al leader del Carroccio gli aveva detto: "Più accoglienza e 49 milioni". Pochi giorni fa è toccato a Valentina, una giovane di Baronissi ‘trollare' il ministro a Salerno. In quel caso la giovane gli aveva citato delle frasi pronunciate da Salvini contro i meridionali: "Non siamo più terroni di mer*a?", gli ha chiesto ironicamente. La ragazza è stata fatta allontanare, e alcuni collaboratori di Salvini l'hanno minacciata, dopo averle preso il cellulare: "Se lo rifai ti spezziamo le dita".