Nuovo triste episodio di bullismo nel siracusano. Vittima una ragazza ventenne di Palazzolo, un paesino della provincia di Siracusa, che per lungo tempo è stata offesa e presa in giro verbalmente per la sua corporatura robusta da un gruppo di 6 adolescenti della zona. Lo scherno si è trasformato in aggressione fisica con il lancio di sassi alla fermata dell'autobus che la ragazza prendeva quotidianamente. Qualche giorno fa la situazione è diventata talmente insopportabile per la ragazza da provocarle un malessere psichico e da ricorrere alle cure in ospedale. Secondo quanto segnalato dalla ragazza le offese duravano da lungo tempo ed erano quotidiane.

Profondamente turbata dalle ripetute aggressioni la ragazza ha deciso di trovare il coraggio di denunciare l'episodio ai carabinieri che hanno così avviato le indagini per l'identificazione degli autori del reato. I Carabinieri della Compagnia di Noto stanno svolgendo approfondite indagini per identificare gli aggressori della ragazza. "Ho disposto di procedere con la massima celerità ed impegno per verificare l’accaduto ed identificare le persone eventualmente coinvolte nei fatti segnalati" ha detto il colonnello del comando provinciale Luigi Grasso che prosegue:  "Il bullismo è un fenomeno gravissimo che va contrastato con ogni risorsa possibile; per questo avvieremo percorsi di collaborazione con le istituzioni scolastiche della provincia per cercare di incontrare, quanto più possibile, i giovani e metterli in guardia dai rischi di ogni manifestazione di reiterata prepotenza".