362 CONDIVISIONI
Covid 19
27 Dicembre 2021
12:56

Zingaretti: “Gli ospedali sono affollati, colpa soprattutto di egoisti non vaccinati”

Zingaretti: “Il danno di vite, economico e di qualità della cura è immenso, soprattutto per responsabilità di tanti egoisti non vaccinati”.
A cura di Enrico Tata
362 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

"Gli ospedali sono affollati e stiamo ritardando le altre cure ad altri cittadini a causa delle persone non vaccinate. Questa cruda verità va detta, perché il nostro compito è difendere l'interesse generale della nostra comunità". Queste le dure parole rivolte ai cittadini non vaccinati dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. In in un post pubblicato su Facebook il governatore ha aggiunto: "Il danno di vite, economico e di qualità della cura è immenso e a questo punto non solo per colpa del virus, ma soprattutto per responsabilità di tanti egoisti non vaccinati". Zingaretti ha poi espresso un ringraziamento "a tutto il personale che ha consentito gli ottimi risultati della campagna vaccinale nella nostra regione e a tutte le cittadine e a tutti i cittadini che hanno scelto la sicurezza propria e della collettività. Ora avanti con le prime dosi e con il completamento del ciclo vaccinale per chi l'ha già iniziato: non c'è altra strada per uscire dall'emergenza e riprenderci le nostre libertà".

Il confronto tra i dati del 2020 e quelli del 2021

Un anno fa esatto, il 27 dicembre 2020, iniziava la campagna vaccinale: "Abbiamo rispettato gli obiettivi e i risultati del vaccino si vedono. Basti un dato: i deceduti per covid sono l'80% in meno rispetto a un anno fa". Rispetto al 26 dicembre 2020, ieri i pazienti ricoverati nei reparti ordinari per Covid erano quasi 1800 in meno e 163 in meno nelle terapie intensive. C'erano inoltre 22mila persone isolate a domicilio in meno e 15 decessi in meno. Numeri questi, "che dimostrano l’importanza della vaccinazione".

Ospedalizzazioni e decessi sono in calo rispetto allo scorso anno, grazie al vaccino, ma i nuovi contagi giornalieri, come noto, hanno già toccato cifre record e a causa della crescente diffusione della variante Omicron, molto più contagiosa della variante Delta. Due giorni fa è stata raggiunta la cifra record di oltre 4mila casi in 24 ore e probabilmente questi numeri raddoppieranno nelle prossime settimane.

362 CONDIVISIONI
31013 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni