261 CONDIVISIONI
Covid 19
28 Novembre 2021
9:23

Variante Omicron, D’Amato: “Chieste le liste d’imbarco a Fiumicino di chi è tornato dall’Africa”

L’assessorato regionale alla Sanità ha reso noto di aver chiesto al Ministero della Salute le liste d’imbarco all’aeroporto di Fiumicino dei residenti del Lazio entrati negli ultimi quindici giorni da zone interdette dell’Africa per la variante Omicron del virus SarsCov2.
A cura di Alessia Rabbai
261 CONDIVISIONI
(La Presse)
(La Presse)
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Stretta della regione sull'aeroporto di Fiumicino per la variante Omicron. La misura è arrivata nella serata di ieri, con la richiesta da parte dell'assessorato regionale alla Sanità delle liste d'imbarco dei residenti del Lazio entrati negli ultimi quindici giorni da zone del Sud Africa interdette al Ministero della Salute. A rendere noto il primo provvedimento preso l'assessore Alessio D'Amato: "Abbiamo richiesto al Ministero della Salute di avere a disposizione i nominativi delle liste – si legge in una nota – Ciò ci permetterebbe di sottoporre queste persone a screening attraverso i tamponi molecolari e le nostre unità mobili sono pronte". La mossa della regione è arrivata dopo il contagio del paziente zero in Italia che ha contratto la variante Omicron del virus SarsCov2, classificata come ‘pericolosa' dall'Oms, al rientro da un viaggio dal Mozambico in Africa e ha infettato tutta la famiglia. L’allerta è scattata anche a Roma, con D'Amato che chiede di "rafforzare i controlli negli aeroporti, porti e stazioni ferroviarie".

D'Amato: "Servono misure internazionali"

"Se la variante Omicron, come sembra, dovesse essere un elemento da tenere sotto controllo, servono misure a livello internazionale e non solo regionale" ha detto intervistato da Fanpage.it l'assessore D'Amato. Nel frattempo l'Istituto nazionale di Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani ha attivato un tavolo di comunicazione permanente con l’Istituto di malattie infettive di Johannesburg sulla nuova variante per monitorarne l'andamento e valutare di volta in volta le misure da adottare. Al momento ventisette Paesi Eurpei da venerdì scorso hanno temporanemente chiuso gli ingressi per chi nelle due settimane precedenti è stato in Sudafrica, Lesotho, Botswana, Zimbabwe, Mozambico, Namibia, eSwatini (ex Swaziland).

Zingaretti: "Controlli alle frontiere"

Sulla variante Omicron è intervenuto anche il governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti che consiglia "immediati provvedimenti di controllo alle frontiere e di valutare ulteriori scelte di contenimento di flussi d'ingresso verso l'Italia".

261 CONDIVISIONI
31631 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni