Coronavirus
6 Luglio 2021
16:17

Vaccino covid Lazio, a breve ripartiranno le somministrazioni junior con Pfizer per 12 – 16 anni

Lo ha annunciato l’assessore regionale alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato. L’obiettivo è che tutti i ragazzi siano vaccinati con Pfizer prima dell’inizio dell’anno scolastico. “Questa decisione è stata possibile grazie all’operazione Delta, ovvero grazie alle anticipazioni dei richiami, nell’ambito delle disposizioni nazionali, che hanno reso disponibili dosi Pfizer per la fascia Junior”.
A cura di Natascia Grbic
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

L'assessore regionale alla Sanità del Lazio Alessio D'Amato ha annunciato che a breve saranno riaperte le vaccinazioni con Pfizer per la fascia d'età 12 – 16 anni. A causa del ridotto numero di dosi a disposizione, le somministrazioni erano state rinviate a dopo Ferragosto. Adesso, se tutto andrà bene, riprenderanno con un mese di anticipo. "A breve nel Lazio sarà possibile prenotare sul portale anche la fascia d’età 12-16 anni per la vaccinazione con Pfizer – ha dichiarato D'Amato – Le prime somministrazioni potranno già essere fatte nella settimana tra il 18 e il 23 di luglio".

Le vaccinazioni ai ragazzi di età compresa tra i 12 e i 16 anni saranno effettuate come al solito dai pediatri. "Abbiamo convenuto con la Segretaria Regionale della Fimp medici pediatri Teresa Rongai che in questa fase possono essere i pediatri a recarsi presso gli hub vaccinali, mentre viene confermato che dopo la metà di agosto partiranno le vaccinazioni anche nei loro studi – continua D'Amato – Questa decisione è stata possibile grazie all’operazione Delta, ovvero grazie alle anticipazioni dei richiami, nell’ambito delle disposizioni nazionali, che hanno reso disponibili dosi Pfizer per la fascia Junior. In questa fascia abbiamo fatto già oltre 50mila vaccinazioni e puntiamo ad arrivare al completamento prima dell’inizio del prossimo anno scolastico".

A oggi, in tutto il Lazio, sono 5,5 milioni le dosi di vaccino somministrate. Il 43% della popolazione over 12 ha completato il ciclo vaccinale. Il 27% degli anziani nella regione, invece, non risulta immunizzato. La Regione Lazio sta cercando di completare le vaccinazioni di quanti più cittadini sia possibile ed entro l'8 agosto si punta a raggiungere il 70 per cento della popolazione vaccinata. Il timore è che la variante Delta del coronavirus possa diffondersi tra la popolazione non vaccinata, causando un aumento non solo dei casi, ma soprattutto delle ospedalizzazioni e dei decessi.

27090 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni