La Asl di Rieti ha comunicato la presenza di un nuovo focolaio di coronavirus alla Rsa San Raffaele di Borbona. Stando a quanto si apprende, risultano positivi 52 pazienti e 15 operatori. La struttura è stata isolata ed è in corso l'indagine epidemiologica.

Due giorni fa, il 19 ottobre, il Comune di Borbona aveva informato i cittadini: "Nella serata di ieri, 18 ottobre, è stata ufficialmente comunicata al Comune di Borbona la presenza di positivi all'interno della RSA San Raffaele. Questa mattina 19 ottobre si sta provvedendo ad eseguire i tamponi molecolari sui pazienti e su tutto il personale.Alcuni pazienti presentano lievi manifestazioni febbrili. Già da ieri la situazione è sotto il controllo della A.S.L. di Rieti e del gestore San Raffaele.Si richiama la popolazione di Borbona all'utilizzo di tutte le misure cautelari prescritte dal nuovo DPCM pubblicato nella serata di ieri".

Gli altri due focolai nelle Rsa San Raffaele

Sono scoppiati altri due focolai all'interno di strutture San Raffaele nel Lazio. Il primo a Rocca di Papa, dove sono stati 43 i decessi provocati da malattia da Covid-19, con il 50 per cento dei pazienti che è rimasto contagiato. La Regione Lazio ha per questo revocato l'accreditamento al servizio sanitario, decisione ribadita lo scorso 14 settembre anche da Tar del Lazio, che ha respinto il ricorso della Rsa.

Il secondo cluster è stato registrato all'ospedale San Raffaele Pisana. Sono sono stati oltre 120 i casi complessivi legati a quella struttura tra ospiti, personale sanitario e parenti. Sono stati registrati fino ad ora anche 6 decessi. La procura di Roma sta indagando per epidemia e omicidio colposo.