46 CONDIVISIONI

Strage di Fidene, Claudio Campiti andrà a processo: è accusato di aver ucciso quattro donne

Claudio Campiti andrà a processo con le accuse di omicidio aggravato dalla premeditazione e dai futili motivi e di tentato omicidio. Ha ucciso tre donne in un bar di Fidene.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Roma Fanpage.it
A cura di Enrico Tata
46 CONDIVISIONI
Immagine

Claudio Campiti è stato rinviato a giudizio dal gup del tribunale di Roma per la strage di Fidene. La prima udienza del processo è fissata per il 5 febbraio davanti ai giudici della I sezione della Corte d'assise.

I fatti sono avvenuti l'11 dicembre2022 all'interno del bar ‘Il Posto giusto' a Fidene, dov'era in corso un'assemblea del consorzio Valleverde. Campiti entrò e pronunciò la frase ‘Vi ammazzo tutti', prima di aprire il fuoco con una pistola e uccidere Sabina Sperandio, Nicoletta Golisano, Elisabetta Silenzi, e Fabiana De Angelis.

Il pm Giovanni Musarò ha contestato a Campiti le accuse di omicidio aggravato dalla premeditazione e dai futili motivi e di tentato omicidio nei confronti di altri cinque partecipanti all'assemblea. Campiti dovrà rispondere anche dell'accusa di lesioni personali, derivate dal trauma psicologico dei sopravvissuti.

Le indagini sull'arma del delitto

La pistola con cui le quattro donne sono state uccise da Campiti, una Glock calibro 45, è stata prelevata dal killer al poligono di Tor di Quinto a Roma. L'uomo era socio della struttura e il giorno dei fatti si recò lì e ricevette l'arma chiusa in una valigetta.

Il movente della strage di Fidene

Perché Capiti ha ucciso quattro persone a Fidene? I fatti sono legati a un contenzioso legale, stando a quanto si apprende. Secondo il gip, la strage è il risultato di una lunga pianificazione. L'uomo, tra l'altro, non ha mai "mostrato pentimento per quanto accaduto", ma anzi sono "emersi livore e risentimento" ancora ben radicati.

Il movente, quindi, è legato proprio al rancore e alla rabbia covata per anni nei confronti del Consorzio Valleverde.

"Ho il buio, è stato terribile, quando è entrato con l'arma ho pensato che volesse minacciare e basta. Invece è partito il primo colpo, ho visto la testa della persona davanti a me andare all'indietro. Ha iniziato a sparare a raffica, ho sentito quattro i cinque colpi ma mi hanno detto che erano molti di più", ha raccontato un testimone.

46 CONDIVISIONI
Strage di Fidene, la ricostruzione: dalla sparatoria al bar al processo contro Claudio Campiti
Strage di Fidene, la ricostruzione: dalla sparatoria al bar al processo contro Claudio Campiti
Strage di Fidene, l'avvocato delle vittime: "L'infermità mentale? Per noi è un'ipotesi che non esiste"
Strage di Fidene, l'avvocato delle vittime: "L'infermità mentale? Per noi è un'ipotesi che non esiste"
Salvini su condanna a Matteo Di Pietro: "Quattro anni di carcere per aver ucciso un bimbo?"
Salvini su condanna a Matteo Di Pietro: "Quattro anni di carcere per aver ucciso un bimbo?"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni