Era stato già arrestato dopo aver picchiato e violentato la moglie, aver nascosto le figlie da una sconosciuta ed essere stato trovato in possesso di shaboo e crystal meth. Il 37enne arrestato è stato poi liberato pochi giorni dopo. Ed è subito tornato a tormentare la moglie – che intanto aveva avviato le pratiche di separazione – minacciandola di morte e inviandole video in cui le mostrava delle pistole. "Come vedi sono uscito, non mi hanno fatto niente, ora vado a casa prendo la pistola e vengo ad ammazzarti": così le diceva, facendola ripiombare nel terrore. La donna ha sporto di nuovo denuncia al commissariato di porta Maggiore tramite il suo avvocato. A far capire che il 37enne non scherzava, il fatto che suo padre aveva trovato nell'abitazione che prima divideva col marito proiettili e pistole, le stesse che si vedevano nel video di minacce. L'uomo è stato quindi nuovamente arrestato e portato in carcere.

L'arresto del 37enne pochi giorni prima

Il 37enne era stato arrestato solo pochi giorni prima, poi subito rilasciato. Aveva picchiato e violentato per l'ennesima volta la moglie, mandandola in ospedale con un trauma cranico. Una volta dimessa, lei aveva deciso di andarsene: a preoccuparla, era soprattutto il fatto che lui si sarebbe potuto vendicare sulle sue tre bambine, che in quel momento si trovavano ancora a casa. È quindi andata dalla polizia per denunciare e chiedere aiuto: lui però, aveva già fatto sparire le piccole, portandole a casa di una persona sconosciuta. Sono state ritrovate solo dopo che l'amante di lui lo ha fatto tornare a casa, chiamandolo con una scusa. Consumatore abituale di shaboo e crystal meth, era stato arrestato dopo che addosso gli sono state trovate diverse dosi di droga.