22 Settembre 2021
8:20

Minacce ai suoi ricercatori (uno di questi era Sileri), ex rettore di Tor Vergata rischia condanna

L’ex rettore dell’Università di Roma Tor Vergata, Giuseppe Novelli, dovrà rispondere dell’accusa di tentata concussione e induzione alla corruzione nei confronti di Giuliano Grüner e Pierpaolo Sileri, all’epoca ricercatori dell’università e oggi professore ordinario, il primo, e sottosegretario alla Salute, il secondo.
A cura di Enrico Tata

Rinviato a giudizio nel 2019, adesso l'ex rettore dell'Università di Roma Tor Vergata, Giuseppe Novelli, rischia due anni e dieci mesi di carcere e cinque anni di interdizione dai pubblici uffici. Questa la richiesta del pm Mario Palazzi nei confronti del professore di Genetica Medica. Secondo gli inquirenti, Novelli nel 2016 avrebbe "abusato della sua posizione apicale" e dovrà rispondere dell'accusa di tentata concussione e induzione alla corruzione nei confronti di Giuliano Grüner e Pierpaolo Sileri, all'epoca ricercatori dell'università e oggi professore ordinario, il primo, e sottosegretario alla Salute, il secondo. In pratica il rettore avrebbe minacciato il Grüner e cercato un accordo con Sileri per convincerli a ritirare i rispettivi ricorsi, presentati per protestare contro la chiamata diretta di altri colleghi. Entrambi attendevano la nomina a professore e invece Novelli assunse altri docenti per "chiamata diretta per chiara fama". I pm in questo senso parlano di "gestione feudale" dell'Ateneo.

Le minacce a Grüner: "Lei non sarà mai professore"

"Lei sta sputando nel piatto in cui mangia! Sta facendo una causa contro il suo rettore, cazzo! Non è mai accaduto! Quando mi chiamava il mio rettore io tremavo, cazzo! Per i prossimi anni per quello che mi riguarda si cerchi un altro Ateneo! Finché faccio io il rettore, lei qui non sarà mai professore. O ritira il ricorso, oppure sparisca da qui!": con queste parole l'ex rettore minacciò Grüner. Per i pm Novelli avrebbe compiuto "atti idonei consistenti dapprima nel far pervenire, tramite altri accademici e personale dell’università, a Gruner i motivi del suo forte risentimento, quindi nel minacciarlo direttamente di compromettere irrimediabilmente il suo futuro professionale". In quanto a Sileri, Novelli gli propose la nomina a professore associato e poi a professore ordinario "in cambio della promessa di recedere da tutte le iniziative di tutela anche in sede giurisdizionale". I ricorsi al tar non furono ritirati e per questo i capi di accusa sono tentata concussione e induzione alla corruzione.

Nomine pilotate a Tor Vergata: indagata la dg dell'ospedale San Giovanni Tiziana Frittelli
Nomine pilotate a Tor Vergata: indagata la dg dell'ospedale San Giovanni Tiziana Frittelli
Da Mafia Capitale alla ristorazione, Salvatore Buzzi apre un pub: "E i pm pagano doppio"
Da Mafia Capitale alla ristorazione, Salvatore Buzzi apre un pub: "E i pm pagano doppio"
Roma con Mimmo Lucano, la manifestazione di solidarietà: in centinaia da piazzale Aldo Moro al Csm
Roma con Mimmo Lucano, la manifestazione di solidarietà: in centinaia da piazzale Aldo Moro al Csm
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni