Momenti di paura per un anziano di ottant'anni picchiato dal figlio, che lo ha massacrato di botte colpendolo con una sedia fino a rompergli le costole. Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Fidene Serpentara hanno arrestato un cinquantaduenne romano, che dovrà rispondere davanti all'Autorità Giudiziaria dei reati di lesioni, maltrattamenti in famiglia, violenza, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale. I fatti risalgono alla serata di ieri, giovedì 7 gennaio e sono accaduti in zona Val Melaina a Roma. Secondo le informazioni apprese erano circa le ore 19 quando al Numero Unico delle Emergenze 112 è arrivata la richiesta di aiuto di una donna, che ha denunciato l'aggressione da parte del figlio, chiedendo l'intervento urgente delle forze dell'ordine e di un'ambulanza.

Anziano con due costole rotte e trauma addominale

La donna ha raccontato che il figlio si stava accanendo contro il coniuge e temeva per la loro incolumità. Ricevuta la segnalazione, sul posto sono intervenuti in breve tempo i polziotti, che, udendo urla e lanci di oggetti dalla strada, hanno fatto irruzione all'interno dell'appartamento. L'abitazione era a soqquadro, dentro l'uomo, ancora in escandescenze, li ha minacciati impugnando un bastone ma è stato bloccato e ammanettato. I soccorritori hanno portato la vittima con l'ambulanza in ospedale, dove i medici gli hanno riscontrato la frattura dell'arco interiore della nona e decima costola e un trauma addominale, a seguito delle percosse ricevute.

Figlio violento arrestato

La moglie in lacrime ha poi raccontato agli agenti che entrambi subivano violenze da dieci anni da parte del figlio, con problemi di alcolismo. L'uomo era già stato allontanato dalla loro abitazione e costretto a trasferirsi in un’altra provincia, ma nonostante questo, spesso tornava a casa dai genitori ed ogni volta li aggrediva, minacciandoli. Accompagnato negli uffici di polizia, il cinquantaduenne è stato arrestato.