video suggerito
video suggerito
Madonna di Trevignano, news su Gisella Cardia

Gisella Cardia dopo il “messaggio” della Madonna di Trevignano: “Pensate alla guerra, non a me”

È cominciata la recita del rosario della santona Gisella Cardia alla collina di via Campo delle Rose a Trevignano Romano: centinaia i fedeli che aspettano di vederla cadere in estasi. Alcuni residenti protestano invece fuori dal campo: “Davvero vogliamo far credere alla gente che qui appare la Madonna?”.
A cura di Natascia Grbic
5.351 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Sono circa trecento le persone che si sono radunate alla collina di via Campo delle Rose a Trevignano Romano per assistere all'evento messo in campo ogni tre del mese dalla santona Gisella Cardia. Dopo le polemiche delle ultime settimane e l'indagine aperta dalla procura di Civitavecchia – che indaga su varie migliaia di euro che la ‘veggente' ha ricevuto da donatori – non tutti si aspettavano si presentasse. E invece Cardia, accompagnata da bodyguard, è arrivata verso le 14 alla collina per il consueto ‘appuntamento' con la Madonna.

Tanti i giornalisti presenti, contro cui la santona si è scagliata, accusandoli di mistificare i fatti. "Io intendo continuare a stare qui e non arretro neanche di un millimetro perché sto nella casa di Dio – ha dichiarato – Siamo in pochi ma siamo i coraggiosi. La mia fede mi fa star bene. Perché io ho la Madonna dalla mia parte. In questi giorni mi avete dipinta come un mostro, che sono satana in persona, che sono una che scappa e che sono blasfema ed eretica. Mi avete detto di tutto. Vogliono espropriarci il terreno perché preghiamo. Mi dicono che faccio business ma non è vero".

Sono diversi inoltre i residenti che, fuori dal campo allestito per la cerimonia, stanno protestando contro la presenza della santona, che ritengono essere nient'altro che una millantatrice. "È dal 2016 che va avanti questa storia – dichiara una donna – Quello che accade qui non rispecchia i vincoli ambientali ed edilizi su cui ricade questo terreno. Se questa zona è solamente impiegata per l'agricoltura, ditemi se questa è un'azienda agricola. Poi se vogliamo far credere alla gente che qui appare la Madonna è un'altra storia".

Nonostante tutto, alle 14.30 è cominciata la recita del rosario, che dovrebbe terminare alle 15 in punto, quando Gisella Cardia dovrebbe cadere in estasi. La santona sostiene che a quell'ora le apparirebbe la Madonna, che le consegnerebbe un messaggio.

"Figli pregate affinché la misericordia copra il mondo – legge Gisella, dopo essersi accasciata a terra durante la consueta ‘apparizione' – Soprattutto quest'umanità che sta andando verso la distruzione. Figli miei, ormai la giustizia di Dio dovrà fare la sua strada. Pregate figli, pregate molto, la purificazione sarà dura ma necessaria. Ora vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo".

"Oggi la Madonna si è presentata come Madre della Misericordia – commenta successivamente la santona – Evitiamo di stare nelle mani del mondo ma di stare vicino a Dio, è la nostra unica salvezza e speranza. Abbiamo la chiesa, santi e sacerdoti che possono accompagnarci in questa strada buia. Vedete, questa è una mia riflessione, penso che la guerra è veramente vicina è alle porte di casa nostra e noi pensiamo qual è il problema di una persona che sta pregando il rosario e sta facendo avvicinare le persone alle messe, alla comunione, alle confessioni".

"Il demonio si è davvero scatenato, ma la nostra fede è più forte. Il mio maestro mi ha insegnato ad amare anche i nemici, ed è per questo che io ho benedetto e chiesto alla Madonna benedizioni per i miei detrattori. Per i giornalisti, per coloro che sono in un mondo senza Dio. Ho chiesto alla Madonna di benedire tutti voi, sempre, tutti i giorni, affinché veramente un giorno per caso, se ne avete voglia, sia credenti sia non credenti, quello che mi odiano. Se non volete qui andate in chiesa, andate sotto la croce di Gesù e apriamo i nostri cuori. Gesù è nato e morto per noi, per i nostri peccati. Cerchiamo noi di evitare il peccato se possiamo, non possiamo perdere questa strada che ci ha indicato, la nostra vita è preziosa, non perdiamola nelle chiacchiere ma acquistiamola nella fede. Vi voglio bene perché nel mio cuore c'è Dio".

"La Madonna appare come vuole, quando vuole a chi vuole. E se questo fa male agli altri mi dispiace ma non posso farci niente", ha dichiarato ieri sera Gisella Cardia in un'intervista al programma televisivo Le Iene, dove ha provato a difendersi a poche ore dall'evento della Collina delle Rose.

Riguardo poi le polemiche sulla sua onlus e i sospetti di truffa nei confronti di persone fragili, ha dichiarato: "Non pensavo che potesse succedermi una cosa simile, non pensavo che la gente fosse così rancorosa e carica d'odio contro una persona che prega e che invita a pregare. Qui hanno fatto un Comitato no madonna, è blasfemia. Ho anche pensato di dire alla Madonna di non apparirmi più: ho l'anima a pezzi, ma la mia fede è più forte".

5.351 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views