(La Presse)
in foto: (La Presse)

Sono cominciate le vaccinazioni nelle Rsa del Lazio. Lo ha comunicato la Regione Lazio nel consueto bollettino giornaliero con il quale informa la popolazione sull'andamento della pandemia da coronavirus all'interno del territorio. "Buona l'adesione registrata tra gli operatori – commenta l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato – Tra le prime strutture sono stati vaccinati 67 operatori nella Rsa Quinta Stella di Tolfa, 30 operatori nella Rsa Regina Coelorum di Santa Marinella e 17 operatori nella Rsa dei Renai di Trevignano". La campagna è partita con la vaccinazione degli operatori sanitari, poi sarà la volta degli ospiti delle Rsa, tra i più colpiti dalla pandemia da coronavirus. Centinaia i pazienti deceduti a causa del virus che si è diffuso nelle strutture, tanto che si è parlata di vera e propria ‘strage degli anziani'.

4576 le persone vaccinate nel 2020 nel Lazio

Al momento le persone vaccinate nel Lazio sono 4576. La campagna vaccinale è partita simbolicamente il 27 dicembre in tutta Europa, per poi proseguire in modo più intenso nei giorni successivi. In Italia, le prime ad aver ricevuto il vaccino sono state l'infermiera Claudia Alivernini, le infettivologhe Alessandra Vergori e Alessandra D’Abramo, la biologa e virologa Maria Rosaria Capobianchi, e l’operatore socio sanitario Omar Altobelli. L'obiettivo della Regione Lazio è vaccinare la maggior parte dei cittadini entro la fine del 2021, in modo da avere la cosiddetta immunità di popolazione non solo per chi ha ricevuto la copertura, ma anche per gli altri. Nelle prossime settimane arriveranno altre dosi di vaccino Pfizer-BioNTech da distribuire nelle varie regioni.